Home Economia Economia Genova

Genova, via San Luca: chiude anche Palma Calzature

56
CONDIVIDI
Genova, via San Luca: chiude anche Palma Calzature

GENOVA. 8 MAG. Purtroppo un altro storico genovese chiude i battenti. Questa volta si tratta di una rivendita del Centro Storico, in via San Luca: Palma Calzature.

Purtroppo, le vetrine tanto conosciute dai genovesi, con cinquant’anni di storia e che hanno fatto tendenza per intere generazioni, saranno vuote a partire dalla prossima fine di giugno. La decisione è stata presa dalla titolare Caterina, che ha affisso i cartelli “Palma Svuota Tutto”.

“La motivazione è da ricercare nel fatto che in via San Luca passa ormai poca gente ma c’è anche degrado e sporcizia con i clienti storici di Palma che vanno altrove: qui non si trovano più a proprio agio”.


Tuttavia, Palma resterà in via San Luca con il negozio più piccolo dedicato alle calzature per i bambini, mantenendo quelli di via XX Settembre e di piazza della Nunziata.

In questi giorni le vetrine sono state coperte ed alcuni cartelli annunciano il fuori tutto fino a giugno. Inoltre, vengono date in regalo ai clienti pannelli e strutture per le vetrine.
Al posto di Palma Calzature dovrebbe arrivare un altro supermercato, della Ekom.

 

Genova, via San Luca: chiude anche Palma Calzature

56 COMMENTI

  1. Siamo pronti a lamentarci , ma in quanti,di quelli che scrivono, hanno comprato un paio di scarpe lì negli ultimi anni? Io l’ultima volta che ho acquistato da Palma, avrò avuto 18 anni e ora ne ho più di 50.
    Siamo noi che facciamo il destino dei negozi

  2. Palma in via Scurreria,anni 60 era il mio,negozio,con le prime scarpe col tacchetti,poi quello
    In san.Luca,tornando a Genova e veder che anche quello di.via XX c’era,era un piacere x me e ho comprato bene anche dopo tanti anni!

  3. Alla fine metteranno il solito cinese o un fruttarolo a 1€ al kg su tutta la merce……sospetta…….e chi ha lavorato una vita pagando le tasse un calcio nel culo, ma è anche vero che chi sciopera per un lavoro viene visto come un rompicoglioni e spesso deve litigare con la cittadinanza che se ne batte le palle dei problemi altrui, quindi vedo molta ipocrisia in giro.

  4. Senza contare….solo guardando a pochi giorni fa’…la chiusura della nota Libreria vicino a P.zza.De Ferrari sotto i portici,Vedete,secondo me e’ giusto che si cerchi di aiutare il prossimo,che si pensi all’integrazione..ecc.e a tutte le problematiche di cui si parla di questi tempi…,pero’questo non deve andare a discapito degli altri cittadini,degli altri esseri umani.Questo a parer mio si chiama “eccesso di Democrazia”,togliere ad A per dare a B….,ed e’ una cosa terribile…Ora,ad esempio,ho sentito dire che ai Cinesi che aprono un’attivita’pubblica,per tre anni viene concesso di NON pagare le tasse(se non e’ cosi’,prego qualcuno,sinceramente,che me lo spieghi….) o qualcosa di simile,e perche’?!?Ora un altro esempio….,il mercato di ambulanti o cosa sono…prima del mercato del Pesce nello spiazzo prima del distributore(C.so Quadrio?) e’ autorizzato o no?Hanno tutti ma proprio tutti la licenza a vendere,pagano le tasse o no?!?!Perche’ ogni mattino o quasi li vedo e sono in tanti..Se e’ tutto regolare…va beh…ma se non fosse tutto regolare…perche’ vedo spesso i Vigili camminare in coppia in quella zona e non fermarsi MAI a controllare?Sanno che sono tutti in regola?Li conoscono gia’ tutti?Non e’ compito loro?Pero’…pero’…se qualsiasi cittadino ,magari sotto un diluvio,si permette di percorrere un pezzetto oltre le strisce gialle che so’ in moto perche’ c’e’ una coda infinita…ecco che sopra la sua testa ci sono le implacabili telecamere dell AMT che ti filmano e ti arriva la multa a casa…..(telecamere oltrettutto indirettamente pagate da noi!!!,mazziati e cornuti….) in piu’ i Vigili…Ecco questo per me e’ inamissibile nel 2017…E non venitemi a parlare di razzismo per fv.non puntualizziamo sempre l’ovvio per nascondere gli errori e le ingiustizie,se gli ambulanti fossero bianci,svedesi,norvegesi greci….direi le stesse cose.Si tratta di rispetto,di essere tutti trattati allo stesso modo,e NON di aiutare solo quelli che….ti possono,attraverso i canali pubblicitari soliti,portarti qualche voto alle Elezioni politiche….,questo e’ sbagliato e ingiusto.Ma ci sono molti altri esempi da fare …(gli appartamenti dati in Via Venti agli immigrati…personalita’ politiche ecc in prima fila ….,ok,ma si pensa mai per contro,a quanti cittadini genovesi e non,vivono in quartieri o abitazioni disagiate con vecchi e bambini e magari con pensioni o stipendi che non arrivi a fine mese?….) ma si dovrebbe scrivere troppo!Certo tante cose riguardano anche noi cittadini ,spesso dovremmo “lasciare il mugugno!”e darsi(io per primo) da fare in mille modi,Pero’ ,mi sia concesso…io che da ragazzino andavo in Via Venti con il fratello piu’ grande e amavo tutti quei meravigliosi Cinema lucenti e bar e vetrine di negozi meravigliosi…ecc.mi sia concesso di piangere per questa Genova,e per la Genova che non c’e’ piu’,per tutti i negozi che chiudono….senza contare gli uffici e alcune ditte(anche qui ci sarebbe da scrivere un …trattato…), senza parlare del Porto era il piu’ importante d’Europa.. ,mi sia concesso di guardare i miei Camperos e…piangere…,e non me ne vergogno,anzi ne sono fiero,Ovvio tutto cio’ allargando il discorso e’ colpa di anni e anni di gestione politica ,industriale,economica mal fatta o non fatta assolutamente…partendo da un passato di “malagestione” che ci ha portato a questo.Amo Genova l’amero’ per sempre,”era la citta’ciu’bella au mundu”…ma,riassumendo tutto,non comprero’ mai in un negozio di Cinesi ne da chi,bianco nero o giallo,non mi da’ uno scontrino ricevuta in mano,e quando mi ridaranno la multa perche’ passato a cavallo delle strisce gialle….pazienza,sognero’ad occhi chiusi di andare dove c’era Giavotto,sotto i portici dell’Accademia….,mitico…,e mi berro’ un moscatino,anzi due,alla faccia di tutti…..,anche dell'”eccesso di democrazia”.W Genova.

  5. Dire che chiude perchè in via San Luca non ci passa più nessuno e c’é degrado mi sembra una scusa non accettabile. Anche se tanti negozi hanno chiuso e hanno aperto altri di stranieri, mi sembrea che la strada sia tenuta bene e con decoro. Poi non ha solo quel negozio e quindi non muore di fame. Se i locali sono di proprietà, avrà il suo interesse, se é in affitto gliene rimangono altri 3. E poi, per dirla tutta, ci ho preso un sacco di fregature.

  6. Mi dispiace ma alcuni negozi hanno prezzi allucinanti…. venerdì sono entrata in un negozio “italiano” per comprare una tovaglia di plastica a metraggio me ne servivano 2 metri….il costo ? 14.90 al metro !!!! Quindi 30 euro per una tovaglia!!!! Poi ci lamentiamo che si compra dai cinesi !!!

  7. Una volta aveva bellissime scarpe . Ricordo che mi fermavano x strada x chiedere dove le avessi comprate. Avevano anche scarpe con numeri piccolissimi Da donna. Le facevano arrivare da Firenze. Ora si erano adeguati al mercato, cos’è economiche ma brutte.

  8. Bisogna dire grazie al presidente regione Liguria TOTI che pensa più ad incentivare gioco d’azzardo … Aumentare le tasse regionale per finanziare nuova sede di Bruxelles .. Acquisto palazzo regione Liguria in piazza de Ferrari invece di trasferire gli uffici in via D’Annunzio ..tappeti rossi per chilometri .. Fuochi della ditta setti sul tetto della regione Liguria .. Ecc ecc .. Invece di togliere tasse al commercio e finanziamenti agevolati …

    • Più che Toti bisogna ringraziare Doria….che ci tiene nella me@@@ e quando si parla di fare pulizia….schiera a favore di chi delinque. ….perfino il Questore ha detto:il sig sindaco……latita….

    • Caro robu .. Cosa c’entra chi delinque con gli sprechi ??? E tasse ?? Non saranno quei quattro senegalesi che vendono cianfrusaglie che rovina il comnercio di genova e che rovinano Genova

    • Mi vorresti dire che risolto il problema che creano (( vendita droga borse cinture giubbotti false cianfrusaglie che trovano nella SPAZZATURA in via quadrio )) la città avrebbe terminato di soffrire ?? Lo sai cosa ti dico vai a pescare sardine sulla diga foranea che è meglio .,

  9. Risultato delle politiche, dei partiti storici, a favore della grande distribuzione. Le amministrative sono alle porte, leggiamo i programmi di partiti e movimenti e votiamo per il cambiamento, per una politica che premi un’economia diffusa sul territorio, di rinascita di vicoli e periferie…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here