Home Politica Politica Genova

Genova, pipì verboten. Garassino: se la fai per strada finisci su YouTube

23
CONDIVIDI
Pipì nel centro storico genovese (foto d'archivio A. Olivieri di Assest)

GENOVA. 25 LUG. Pipì verboten a Genova. Se ti scappa e la fai per strada non rischi solo una maxi multa da 10mila euro, ma anche di finire su YouTube. Parola dell’assessore alla Sicurezza e al Centro Storico Stefano Garassino (Lega) che stamane ha annunciato il provvedimento dopo le numerose lamentele e proteste ricevute da residenti e commercianti.

“Vogliamo intervenire per combattere il degrado in città – ha spiegato Garassino – e questo deterrente mi sembra un buona idea. Naturalmente, installeremo cartelli vicino alle telecamere che avvertiranno che chiunque sarà filmato mentre orina nei vicoli si ritroverà in un video sul canale YouTube. Lo apriremo appositamente”.

Un simile provvedimento è già stato adottato in altri Comuni italiani (come in centro a Rapallo) e dei Paesi europei.


“Cartelli e telecamere – ha aggiunto Garassino – esistono già in Olanda, Francia, Germania, Spagna e hanno dato ottimi risultati per combattere quei comportamenti incivili e degrado. Ovviamente, continueranno ad essere elevate anche le multe salate per chi verrà individuato.

Nel Centro Storico e in tutta la Città vogliamo lanciare lo slogan ‘Dare un posto al disordine/Ogni cosa al suo posto’. In particolare, alla Maddalena e nel resto dei vogliamo realizzare un presidio artistico per strada, con musica, attività teatrali e installazioni, che fa direttamente parte della prevenzione.

Inoltre, abbiamo in mente di assumere quaranta agenti di polizia locale entro quest’anno per migliorare i controlli nei quartieri più a rischio, come quelli del Centro Storico e di Sampierdarena”.

 

23 COMMENTI

    • Questa foto dice tutto e meno male che Son partiti proprio da lì a far pulizia inoltre il sig.Garassino in un servizio ha fatto vedere una stazione mobile della municipale dicendo che doveva essere proprio lì da palazzo San Giorgio 24hsu24h ma che buffoni

    • Mettere dei bagni a pagamento con omino delle pulizie per non lasciare un porcaio come succede in autogrill o centri commerciali. Anche a privati non per forza dev essere del comune.

    • Basta un caffè ……Purtroppo se alcuni usano i vespasiani per far porcate o per imbrattarli e distruggerli si è costretti a chiuderli. Rieducare una massa di persone cosi grande e’ un’impresa quasi impossibile!!!!!

  1. Si riuscirà mai a ripulire questo benedetto centro storico e far sì che i turisti nn scappino spaventati? Sogno un centro pieno di botteghe, librerie, gallerie D arte , ristorantini dove assaporare il buon cibo ligure e localini dove ascoltare musica sorseggiando un cocktail . Una chimera?

  2. Tolleranza zero per chi fa la pipi per strada, ma il Comune deve creare dei bagni e/o urinatoi, come ce ne sono in tutti i paesi, specialmente nelle aree turistiche o molto frequentate. Non si può pretendere di delegare il servizio Toilet ai Bar… o pretendere che una persona che passa tutto il giorno in giro per lavoro o perché non ha una dimora si paghi almeno 3 caffè al giorno!

  3. Ma se non fanno manco la multa da 60 euro ai …., vogliono farmi credere che ne chiedono 10mila a quelli che ti pisciano sulle scarpe nel centro storico???? Ma andate a …..

    • Si deve partire dal BASSO. E più in basso di un uomo che urina per strada sui muri…..😏. C è molto a cui pensare, ma se nn risolviamo il problema della incontinenza generalizzata , nn si può pensare di risolvere qualcosa di più complesso

  4. A e volevo aggiungere che ieri sera ero in centro storico e tt queste cose di cui si parla a primocanale dove vengono fuori dei bei servizi io Nn le ho viste sempre stessa gente Nn italiani sempre stessi giri quindi mi vengono un po’ di dubbi ma i servizi di Garassino e tt le cose che il sindaco dice di fare ma dove cazzo sono scusate la parola saluti lascio i commenti alle persone che se ne capiscono più di me

  5. Gentili signori, io sono d’accordo che si debbano vietare le pozze maleodoranti per le strade della nostra città, ma mettete degli orinatoi o dei vespasiani che avete deliberatamente eliminato !! Se nei bar non si può accedere per mille motivi, a meno che non si consumi e va anche bene, dove mai andranno le orde di falsi profughi a soddisfare i loro bisogni corporali ?? Ora che siamo letteralmente invasi , occorre pensare almeno a non fare diventare le nostre città delle latrine a cielo aperto!!!!

  6. Quando ero ragazzo, tanti..anni fa, ricordo le navi americane ancorate in rada (portaerei) e/o in porto. E ricordo la polizia militare che girava nei vicoli per “badare” ai suoi militari!! Ecco oggi ci vuole PM!! Per normalizzazione la situazione!! Altro che multe che non pagherà nessuno!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here