Home Politica Politica Genova

Genova, pienone negli hotel: metà dei turisti sono stranieri

0
CONDIVIDI
L'assessore comunale al Turimo e alla Cultura Carla Sibilla

GENOVA. 31 OTT. Ponte festivo. Gli hotel, dai 4-5 stelle alle categorie medie, hanno registrato il tutto esaurito (occupazione 100%) da venerdì 28 a domenica 30, e sono fra l’85 e il 90% (possibile 100% considerata l’incidenza dei last minute) anche per la notte di lunedì 31. Il ponte del primo novembre, tradizionale appuntamento festivo italiano, ha rilanciato il turismo nazionale, ma la presenza straniera rimane forte, intorno al 50% del totale, in particolare francesi, spagnoli e inglesi.  Prezzi delle camere stabili (segno di richiesta sostenuta), la tipologia prevalente è il turismo familiare, il mezzo di trasporto più utilizzato la macchina.

La tendenza è confermata dall’affluenza agli IAT (Uffici di Informazione e Accoglienza Turistica), che – nei giorni di sabato, domenica e fino a lunedì ore 12 – hanno accolto 2.662 turisti, di cui 804 italiani (+ 30,52% rispetto ad analogo weekend 2015) e 1.858 stranieri (+14,34%). In forte aumento la vendita di servizi turistici: addirittura quintuplicato il numero di card musei vendute (+515,38%), visite guidate al centro storico e ai Rolli +60%, audioguide +9,09%, pubblicazioni turistiche + 170%.

La visibilità di Genova sui mercati turistici è confermata dall’”esplosione” del sito Visitgenoa.it,  che nei primi trenta giorni del mese di ottobre ha avuto 92.610 sessioni di visita, oltre il doppio dell’anno precedente, provenienti in prevalenza, per quanto riguarda il livello nazionale, da Milano, Roma, Firenze, Torino e Bologna. Le pagine più viste nel mese: il contenuto dedicato ai Rolli Days di ottobre, la homepage generale, la sezione turismo, la pagina dedicata a Strada Nuova, la sezione degli eventi, e la pagina delle mostre.


Grandi numeri per i musei cittadini: da sabato 29 alle 13 di lunedì 31 gli afflussi al sistema museale hanno superato i 12 mila ingressi, comprensivi dei visitatori del Parco di Villa Pallavicini recentemente inaugurato.

Il confronto degli ingressi ai soli musei civici di sabato e domenica, rispetto al 2015 (sabato 31 ottobre e domenica 1 novembre 2015), ha registrato +27% (escluso Parco Villa Pallavicini e Loggia). Le migliori performance sono state registrate da Strada Nuova, Galata Museo del Mare, Lanterna e Villa Pallavicini.

Per quanto riguarda l’Acquario, nelle giornate di sabato, domenica e mezza giornata di lunedì si sono registrati oltre 14 mila visitatori. Sui 4 giorni la previsione è di arrivare a 20 mila. L’Acquario Village (Acquario + Galata + Biosfera + Museo Nazionale dell’Antartide) ha registrato oltre 19 mila presenze da sabato a mezza giornata di lunedì, con previsione di oltre 25 mila visitatori sui 4 giorni.

Grande successo per le mostre del Ducale (Warhol e Newton), che hanno registrato, da venerdì a metà lunedì, 3.190 ingressi. Alta affluenza per il Festival della Scienza, che segnala, per i giorni di sabato 29 e domenica 30, circa 25 mila presenze, con un +30% rispetto allo stesso ultimo weekend di ottobre 2015.

Per quanto riguarda l’aeroporto, da segnalare il permanere di un forte afflusso di turisti da Olanda e Paesi Bassi, legato al nuovo volo KLM, che anche in questo ponte ha segnato alti indici di occupazione. Buoni risultati anche sui voli da Londra (Ryanair e British Airways) e Parigi (Air France). Molto bene il mercato nazionale, grazie ai collegamenti Volotea in particolare con Napoli, Catania e Palermo. In generale il riempimento medio degli aeromobili in questo ponte è stato superiore del 5% rispetto al ponte dello scorso anno, segno di una maggiore attrattività della città sul fronte incoming.

“Il successo del ponte del 1° novembre – rileva Carla Sibilla, assessore alla Cultura e Turismo del Comune di Genova – conferma che la nostra città si è ormai consolidata come destinazione turistica emergente a livello italiano, grazie al suo ineguagliabile patrimonio storico- artistico, la sua attrattività di città di mare,  coinvolgente e emozionante, con un ottimo clima, e grazie alla vivacità, importanza  e qualità dei molti eventi culturali, che in questi giorni, come quasi sempre durante l’anno, animano la città e la rendono viva e accogliente”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here