Genova esporta i posteggiatori abusivi a Savona, blitz dei vigili

5
CONDIVIDI
Un posteggiatore abusivo pretende il "pizzo" da una donna
Un posteggaitore abusivo chiede con insistenza il "pizzo" a una donna: blitz della polizia municipale a Savona, i senegalesi arrivano da Genova
Un posteggiatore abusivo chiede con insistenza il “pizzo” a una donna: ieri blitz della polizia municipale in centro a Savona, i senegalesi arrivano da Genova

SAVONA. 14 FEB. Ormai i senegalesi, posteggiatori abusivi, sono organizzati in bande, si muovono  in gruppo da Genova e chiedono il “pizzo” anche agli automobilisti di Savona. Gli immigrati, che vivono per lo più nel centro storico genovese, forse infastiditi dai maggiori controlli sotto la Lanterna, da qualche settimana prendono il treno e si trasferiscono a svolgere la loro illecita attività nella vicina città del ponente. Sono in piazza del Popolo e dintorni, da corso Mazzini a via Piave.

E’ sempre la solita storia. Chiedono, molestando gli automobilisti, alcuni spiccioli in cambio della sicurezza di trovare il veicolo intonso al ritorno dall’ufficio o dallo shopping. In caso il malcapitato non paghi, il veicolo spesso viene danneggiato. Finora casi di dirette minacce, come  avvenuto a Genova, finora a Savona non ne sarebbero stati segnalati, ma le molestie e le richieste insistenti di denaro sì.

Pertanto, ieri la polizia municipale savonese ha compiuto un blitz, fermando e identificando un gruppo di immigrati, che sono stati denunciati all’autorità competente anche per l’espulsione dal territorio nazionale.

 

 

5 COMMENTI

  1. ma li vogliamo cacciare si o no ,a volere le cose regolari siamo razzisti?o è lo stato razzista a discapito degli italiani ,loro li fanno entrare senza controlli e noi li dobbiamo subire affanc… tutti quanti

LASCIA UN COMMENTO