Genova è Città dell’Inno, ma Sampierdarena è una zingaropoli

18
CONDIVIDI
Situazione di decadenza all'uscita della sopraelevata
Situazione di degrado a Sampierdarena: per i campi rom abusivi ci vuole la ruspa
Situazione di degrado a Sampierdarena: per i campi rom abusivi ci vuole la ruspa

GENOVA. 10 MAR. “Gli operatori commerciali e i residenti non sono più disposti a tollerare oltre. La sopportazione di furti,scippi e degrado ha passato il limite di guardia, come le false promesse del sindaco Doria e della giunta municipale Marenco. Sgomberi promessi e mai realizzati, tranne quando è passato il giro di Italia da quel di Lungomare Canepa ed allora il degrado andava nascosto per la vergogna”.

Rom, abusivi, degrado e criminalità. Ci vuole la ruspa. Il capogruppo municipale leghista Davide Rossi torna all’attacco e annuncia che oggi e domani, saranno distribuiti volantini anti rom nella delegazione genovese, trasformata in “zingaropoli” quando Genova è stata proclamata la Città dell’Inno nazionale.

“Si era detto – ha aggiunto Rossi – che con l’ inizio dei cantieri al massimo nel mese di marzo sarebbero stati abbattuti i capannoni abusivi e tra l’ altro si sarebbe contestualmente sgomberato anche il vicino campo di via Muratori, ma erano parole al vento. Vi sono testimonianze di residenti che hanno visto minori chiedere la questua in orario scolastico. Oggi e domani verra distribuito un volantino di adesione alla protesta e richiesta di sgombero urgente che presenterò in municipio attraverso un apposito ordine del giorno, sabato mattina raccoglieremo le firme con un apposita petizione popolare. Mentre il Comune ufficializza Genova Città dell’ Inno nazionale, Tursi rende Sampierdarena la zingaropoli ligure”.

 

 

18 COMMENTI

  1. continuiamo a fare i perbenisti…..a pensare a i matrimoni gay e a tutte ste cazzate… bisognerebbe che le forze dell’ordine ,invece di mandarle a fare le multe a noi stronzi e a cagare il c… con tutor ecc. le mandassero lì… o ve ne andate o bruciamo ……. e se arriva qualcuno a difenderli……..

    • Ma se l’ultima votta che si sono presentati per il pestaggio al casello non si sono neppure avventurati oltre il cancello del campo di Bolzaneto, in territorio comunale? Le forze dell’ordine hanno le mani legate in questi casi perchè al minimo errore vengono crocifissi.

    • Agire con la forza è giusto se cinsi trova di fronte a reati particolarmente odiosi e socialmente pericolosi e reiterabili, ma per accertarli serve una magistratura efficiente e noi non la abbiamo.

    • Dai Andrea, è eccessiva. Io sono per il semplice allontanamento dal suolo italiano, così come per una chiusura selettiva delle frontiere, per un protezionismo fiscale ecc. ecc… ma la soluzione che citi è provocazione pura, e non serve se non ad esacerbare gli animi.

    • Andrea non contesto le tue scelte politiche, sei libero di pensare come vuoi, ma ci sono varie strade per giungere ai tuoi obbiettivi, potresti prendere in considerazione la possibilità di arrivarci per vie democratiche.
      Sarebbe più semplice esporle senza trovare reazioni muro contro muro e soprattutto trovare altri che le sposino.

  2. Ho visto blocchi dei vigili che facevano le multe alla rotonda di via lungomare canepa di fronte all ormai degrado degli zingari che si sono impossessati dei muri sfitti , loro tutti seduti fuori e la ragazza a prostituirsi , noi a pagare multe per i controlli… Senza parole

LASCIA UN COMMENTO