Genova come Kabul sul fronte delle notizie, Toti: vigileremo

0
CONDIVIDI
Tori al cantiere sul Bisagno
Sulla fusione fra Il Secolo XIX, La Stampa, La Repubblica, oggi il governatore e giornalista Toti ha detto:
Sulla fusione fra Il Secolo XIX, La Stampa, La Repubblica, oggi il governatore e giornalista Toti ha detto: operazione da monitorare, non si metta a rischio posti di lavoro e pluralismo dell’informazione

GENOVA. 3 MAR. Fusione Il Secolo XIX, La Stampa, La Repubblica. Oggi il governatore e giornalista Giovanni Toti è intervenuto sulla delicata questione che mette a rischio il pluralismo della carta stampata e i posti di lavoro, anche se Itedi (Il Secolo XIX- La Stampa) di Agnelli/Perrone e il Gruppo Editoriale L’Espresso (La Repubblica-ex Il Lavoro) di De Benedetti hanno assicurato l’autonomia delle varie testate.

“In questa regione – ha spiegato Toti – l’editoria ha già pagato un prezzo troppo alto per la crisi, pertanto mi auguro soprattutto che questa fusione non metta a rischio i posti di lavoro. Speriamo che questa operazione comporti un aumento virtuoso del pluralismo, nonostante la difficile situazione di mercato. Seppure legittime, auspico che le strategie industriali non limitino, anzi allarghino il mercato delle notizie e delle opinioni salvaguardando l’occupazione. Come Regione Liguria monitoreremo  con attenzione l’evoluzione della fusione in ogni suo aspetto”.

 

LASCIA UN COMMENTO