Genova Beer Festival e buon cibo da domani a Villa Bombrini

0
CONDIVIDI
Da domani Genova Beer Festival a Villa Bombrini

GENOVA. 20 OTT. Cibo cucinato dagli chef e oltre 100 tipi di birra, a volontà. Comincia domani a Villa Bombrini, con la regìa di Società per Cornigliano presieduta dalla genovese Cristina Repetto, l’edizione 2016 di Genova Beer Festival che si concluderà domenica.

“L’anno scorso – spiegano gli organizzatori – abbiamo iniziato con il simbolo della cucina ligure: il pesto, andando alla ricerca della migliore “pesto beer” a giudizio insindacabile dei 3500 partecipanti del festival organizzato dall’Associazione Culturale Papille Clandestine (per la cronaca, è stata la Tempore del birrificio alessandrino Civale).

Quest’anno assisteremo ad un’ulteriore evoluzione della ricerca del migliore abbinamento tra cibo e birra. Domenica 23 ottobre, alle 17, si terrà un laboratorio con 5 tra i migliori ristoranti genovesi, i quali proporranno un piatto abbinato ad una birra di altrettanti birrifici liguri presenti al Genova Beer Festival.

 

Così Roberto Panizza de “Il Genovese” proverà l’incrocio tra la zuppa di funghi e castagne con la St. Amé di Scarampola (Millesimo) che vede la presenza di miele di castagno. Alessandro Massone del “Rosmarino”, invece, andrà di coppa di maialino marinata nell’Ambrata di Maltus Faber e cotta a bassa temperatura, servita con cavolo viola e cavolo nero. Davide Cannavino, lo chef della “Voglia Matta” di Voltri, sperimenterà una promenade vegetale e l’incontro tra dolce e birra acida, accompagnando i due assaggi con la Costa Balenae di Nadir, una gose (birra di frumento salata). Matteo Badaracco dell’”Oca Ubriaca Bistrot” di Sestri Ponente, trasformerà la Occasum di Kamun in un gelato alla birra con biscotto di castagne, zucca e cioccolato. E per finire, Maurizio Pinto del ristorante “Voltalacarta” proporrà un finger di pesce, abbinato ad una birra di Fabbrica Birra Busalla.

Ma al Genova Beer Festival lo spazio per il buon cibo è presente tutti e tre i giorni, grazie agli otto streef food e cucine di strada attive per tutto l’orario del festival (venerdì 21 dalle 18 all’1, sabato dalle 12 all’1, domenica dalle 12 alle 22). Conferme per il ristorante Il Genovese con le trofie al pesto; il Kowalski, con la cucina dell’Est europeo; Masetto, l’hamburger più amato del centro storico; le bruschette gourmet dei Troeggi. In aggiunta, rispetto allo scorso anno, Zena Zuena con pizze e focaccia col formaggio; Porcapancetta, con panini farciti con pancetta cotta a bassa temperatura; il Molly Malone’s Pub con acciughe fritte e panisse; il ristorante Voltalacarta con un risotto di pesce e la sacher in versione ligure”.

 

LASCIA UN COMMENTO