Genoa-Torino, Gasperini “Partita difficile con i granata”

0
CONDIVIDI
Gasperini
Gasperini
Gasperini

GENOVA 13 MAR.  Per conquistare la salvezza serve la massima concentrazione. Sostanza. Non orpelli. Il Genoa arriva alla sfida con il Toro caricato dall’ultima vittoria, forte della consapevolezza di non poter mollare la presa sul più bello. “E’ una partita difficile come tutte in Serie A” commenta mister Gasperini. “Un’occasione per muovere altri passi avanti. Se fossimo capaci di ripeterci, potremmo pensare di dare un altro senso al campionato e al finale di stagione. Ma pensiamo solo alla sfida di domani. Abbiamo un vantaggio di cinque punti dalla zona retrocessione, un ritardo di tre dalla parte sinistra e di due dal Torino. C’è entusiasmo dopo il successo con l’Empoli, le motivazioni sono forti. Tra il dire e il fare ci sono i riscontri del campo”.
Il Genoa è una squadra abituata a cambiare pelle. Un Grifone quasi camaleonte per la capacità di alternare assetti tattici e interpreti. “Quest’anno abbiamo fatto di necessità virtù. Vuoi per le esigenze, vuoi per le caratteristiche, la squadra si è adattata a soluzioni di gioco differenti. Noi temiamo Ventura e come mette in campo le squadre. Non giocheremo in funzione degli avversari, piuttosto delle nostre esigenze e con lo spirito con cui si affrontano le grandi. Con l’umiltà delle piccole. E visto che con le piccole il Torino qualche difficoltà l’ha manifestata, speriamo che possa incontrarne anche domani”.
E’ fondamentale evidenziare il giusto tipo di approccio, per non rimanere con il cerino in mano. “Siamo consci che sarà un incontro complicato, da mesi però siamo abituati a giocare sul filo della concentrazione. Cerci? È in crescita e speriamo continui così. È un giocatore con grandi qualità e capacità di tiro, ora come ora fatica a offrire un rendimento continuo se fa tutta la fascia. E’ meglio se si butta negli spazi per piazzare i suoi spunti. Il nostro obiettivo è quello di rilanciarlo, il suo di essere utile a noi. Se fa gol e non esulta, esulteremo al suo posto”.

 

LASCIA UN COMMENTO