Genoa, Simeone si presenta ai tifosi “Ho voluto questa squadra”

0
CONDIVIDI
Genoa
Genoa
Genoa

GENOVA 20 AGO. Giovanni Simeone si è presentato così al mondo Genoa. Le prime parole dopo l’investitura ufficiale mettono in chiaro i concetti. “Sono venuto con l’obiettivo di apprendere e migliorare facendo esperienza nel campionato più bello e difficile. Voglio dare tutto e imparare dai campioni che il Genoa ha in squadra. Mio padre non mi ha influenzato nella decisione, certo mi identifico con la sua mentalità e fame di calcio. Quando abbiamo chiuso lui stava volando in Australia e non sono riuscito a dirglielo. Mi avevano cercato altri club. Nessuno mi ha fatto sentire così importante come dopo i contatti avuti con Fabrizio Preziosi, mister Juric e capitan Burdisso”.
El Cholito è il soprannome che porta come marchio di famiglia. “Non mi dà fastidio anche se in Argentina mi chiamano tutti Gio. So che sono passati da Genova fuoriclasse che hanno fatto meraviglie come Milito, Palacio e Perotti. Sono felice di trovare nel gruppo una colonia di connazionali che mi aiuterà a inserirmi e stare bene. Come caratteristiche sono un tipo di attaccante che cerca di inserirsi negli spazi lasciati dalle difese, non è il mio pezzo forte giocare con le spalle rivolte alla porta. Mi metto a disposizione del tecnico per l’utilizzo che penserà più opportuno”. Il responsabile dello scouting Milanetto lo teneva sotto osservazione da parecchio tempo. La palma di capocannoniere al Sub 20 aveva fatto sbocciare l’interesse. Se sono rose fioriranno.
Le premesse ci sono anche se sarà necessario avere il tempo di ambientarsi e ingranare nei meccanismi su cui i compagni stanno lavorando da una quarantina di giorni. “Penso di potermi integrare con il gioco e la filosofia che propone l’allenatore, un calcio che punta sulla dinamicità, l’aggressività e la pressione sugli avversari”. Presto avrà modo di aumentare le conoscenze e anche di visitare Genova, sconfinando dalla zona del Porto Antico dove abita attualmente. “Sono rimasto sorpreso dalla fila per entrare all’Acquario che ho visto l’altro giorno. Una delle mie prime tappe sarà andare al Museo del Genoa per calarmi nella nuova realtà. Non vedo l’ora che arrivi domenica per gustarmi la prima davanti ai nostri tifosi. Un saluto a tutti”.

LASCIA UN COMMENTO