Home Sport Sport Genova

GENOA, SEDUTA TATTICA IERI A PEGLI. ANCORA UNO STOP PER ZE’ EDUARDO

0
CONDIVIDI

ze_eduardoGENOVA 25 OTT. Due ore secche di allenamento per il team, accompagnate da qualche goccia di pioggia e con un Gasperini in formato grandi occasioni. Si bada al sodo nel quartier generali di Pegli, a tre giorni dalla sfida con la Juventus.

Unico club in Italia, da quando è stato istituito il campionato di football, ad aver condiviso con il Genoa, in epoche diverse, il ruolo di capofila per numero di scudetti vinti. Un cambio della guardia avvenuto negli anni Cinquanta. Prima regno Genoa, poi regno Juve. Anche questa è storia. Nell’anno in cui il Vecchio Grifo ne ha compiuti 120. Capofila anche in questo.

Il via alla seduta con lavoro specifico per i portieri, bombardati da Spinelli e Scarpi. Addestramenti per i giocatori tra partitine e azioni. Poi ecco il festival della tattica, a tutto campo, due squadre schierate tra quelli muniti di pettorina e non, parata di schemi per il gioco d’attacco e prove per marcature, scalature, uscite. Gran cerimoniere Gian Piero Gasperini. Piazzato in mezzo per un’ora si è sentita solo la sua voce, senza che volasse una mosca e non per il tempo. La marcia di avvicinamento è iniziata (quasi 1000 i tagliandi settore ospiti venduti nelle Lottomatica, chiusura prevendita, riservata a titolari Dna Genoa e Our Way, sabato alle 19).


Il tecnico rossoblù, per quasi vent’anni alle dipendenze della Juventus (“Ho sempre lavorato ai margini della prima squadra, la mia è stata una esperienza all’interno del settore giovanile”), ha passato in rassegna per filo e per segno uomini e soluzioni, su cui concentrarsi nei prossimi due allenamenti a porte chiuse (conferenza venerdì a Villa Rostan, convocazione giornalisti ore 13.45). Santana sta proseguendo la prima fase dell’iter riabilitativo predisposto dal responsabile sanitario Pietro Gatto e dal medico sociale Marco Stellatelli. In recupero e già attivo con corse sul campo Calaiò. Si è fermato a causa di un infortunio muscolare Zè Eduardo, ex attaccante del Santos insieme a Neymar, con cui vinse due estati fa la Coppa Libertadores.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here