Home Sport Sport Genova

Genoa, Perin “Vogliamo una stagione migliore”

0
CONDIVIDI
Mattia Perin

GENOVA 9 LUG.  Dalla polvere all’altare. Per compiere altri miracoli e fare atto di devozione alla sua genoanità. Ancora pochi passi e rivedremo Mattia Perin volare tra i pali, aprire le ali di airone. Covare nel nido del Grifone fame di rivincita contro la sfortuna e un’annata non da incorniciare a livello collettivo come l’ultima. I baffi da sparviero puntano il microfono. “Sono praticamente guarito e non vedo l’ora di iniziare con i compagni. Le sensazioni sono ottime, penso di essere ora al 70 od 80 %, voglioso di dare una grande mano. C’è il desiderio di rifarci sotto l’aspetto di squadra e individuale dopo gli ultimi mesi. Con l’input di regalarci una stagione diversa. Affronteremo l’ennesimo campionato di Serie A. Da parte mia sono pronto a prendermi certe responsabilità, con la consapevolezza di poter dare un’impronta generale, per far capire ai nuovi arrivati e quelli che si aggregheranno, cosa significhi scendere in campo con la maglia di un club come questo. Ci vogliono energie positive nel gruppo, uomini veri, motivazioni elevate. Prerogative indispensabili per provare a fare un salto di qualità per un team di caratura media come il nostro”.

Le vacanze negli States sono servite a ricaricare le batterie. Per uno che a 24 anni ne ha già passate quante lui, un modo per aprire ancora di più una mente già aperta di suo. Chissà se diventerà più forte, sicuramente è già una persona diversa. Le cicatrici fanno maturare. “Ho saputo dell’interessamento del Milan e mi ha fatto piacere, ma non sono mai stato interpellato direttamente. Tutti gli anni sono accostato a diverse squadre. Come avevo accennato il mio piano è di rimanere e difendere la porta del Genoa, dove sono arrivato quasi dieci anni fa. Come io tengo al Genoa, Donnarumma tiene al Milan: ho sempre pensato che sarebbe rimasto in rossonero. Le vicende legate agli sviluppi societari non passano inosservate: il presidente farà il meglio per garantire determinati standard come ha sempre dichiarato. Cercheremo di fare tesoro degli errori. Mister Juric ha grandi qualità. Il mercato? Non è una domanda da rivolgere a me. Vi rivelo però che sto inviando messaggi a Bertolacci ogni giorno, sarebbe bello tornasse un grande amico e un giocatore di classe come lui. Anche Mandragora incarna l’identikit perfetto degli elementi da accogliere a braccia aperte”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here