Genoa, Pavoletti “A Genova ho trovato fiducia”

1
CONDIVIDI
L'attaccante rossoblù Pavoletti
Pavoletti
Pavoletti

GENOVA 18 MAG.  Il bomber più bomber d’Italia, così dicono i numeri, Pavoletti ha saputo aspettare il momento buono e ora eccoci qui. A sfoggiare sorrisi come non ce n’è e una felicità che si fa largo, come quando c’è da prendere spazio nei sedici metri. Una delle specialità della casa. “Ero a cena fuori quando ho saputo”. La convocazione in Nazionale. E poi un turbinio di telefonate e messaggi di congratulazioni. E via così. C’è un tempo per dare, uno per raccogliere. Leonardo Pavoletti segna alla media di due gol ogni tre gare, un altro campionato strepitoso a prolungamento del precedente. “Questa chiamata è una gioia che voglio condividere con coloro che hanno creduto in me. Il Genoa mi ha dato fiducia e ha saputo tirare fuori il meglio”. Tra le lezioni di mister Gasperini nei primi tempi, e i movimenti migliorati con i suoi collaboratori Gritti e Murgita, entrambi ex attaccanti, il ragazzone di Livorno, buono come il pane, è lievitato ed è esploso nella sua fragranza.
Tutta la Genova rossoblù si è attrezzata per spingerlo verso la Nazionale. E ora Leo può andare avanti con le sue gambe, forti di una condizione fisica mai avuta prima nella sua esperienza sotto la lanterna. A livello di prestazioni ha raggiunto quelle dei top-player dei maggiori campionati europei. Non solo per la produzione di reti, anche per i metri percorsi ad alta intensità o velocità, due cose diverse e per il numero di accelerazioni. Come dire. Tutti pazzi per Leonardo Pavoletti. “Mi godo il momento ma devo continuare a lavorare duro”. Poche parole per prendere la direzione giusta. Questa mattina anche lui, come Armando Izzo, ha fatto una scappata al ‘Signorini’ per salutare e poi imboccare di nuovo il casello di Pegli. Tra poco soggiornerà in quelle stanze di Coverciano, dove sono transitati i più grandi attaccanti del pallone tricolore. Ai piedi del centro federale si trova il Museo del Calcio dove sono raccontate le imprese. E poi dicono che i sogni non si avverano.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO