Genoa, Orban “Impressionato da tifosi e città”

0
CONDIVIDI
Lucas Orban

GENOVA 16 SET. Lucas Orban stavolta  è come se fosse al Genoa da una vita. Potere di un’apertura mentale che gli fa onore. Della positività che si respira dentro e intorno al Genoa. Dei compagni che lo hanno accolto a braccia aperte. E dei connazionali che gli hanno pavimentato la strada nello spogliatoio. Pure la città gli piace. Bingo. “Ho avuto modo di girare in centro e passeggiare in vari punti sul lungomare. Sì, una prima impressione me la sono fatta. Sono rimasto colpito dalle dimensioni del porto e dalla storia enorme che Genova custodisce. Basta alzare gli occhi per rendersene conto. Mi ha sorpreso incontrare tanti turisti soprattutto al Porto Antico. Non me l’aspettavo. E poi”.
Poi c’è stato il primo impatto con una tifoseria, uno stadio che non lasciano indifferenti chi gioca a calcio per professione. E pazienza se un nubifragio ha smorzato il ritmo domenica inducendo l’arbitro a mandare tutti a casa. Insomma. L’antipasto è stato buono. E il menù promette altrettanto per il prosieguo. “Alla festa per la nascita del club avevo compreso il senso di comunità che unisce la tifoseria del Genoa a questi colori. Con un calore simile a quello che si vede in Argentina, la disposizione del campo vicina alle tribune, i tifosi hanno un ruolo importante nel sostenere l’equipo. Scendere in campo per tifosi così attaccati alla maglia è una responsabilità e allo stesso tempo un privilegio”.

 

LASCIA UN COMMENTO