Home Sport Sport Genova

Genoa, Mandorlini “Siamo molto motivati”

0
CONDIVIDI
Juric esonerato, arriva mister Andrea Mandorlini

GENOVA 29 MAR. Primo giorno di lavori in vista della ripresa del campionato. A Pegli si respira la voglia di tornare in campo e disputare un finale di campionato che porti acqua al mulino. Strana annata. Ma così vanno le cose, a volte, nel calcio come nella vita. Ci vorrebbe un bel do di petto, di quelli che fanno vibrare il diaframma e distendono le corde vocali, a partire dall’esibizione con l’Atalanta a Marassi. E chissà che mister Mandorlini, nel fine settimana dedicato alla solidarietà sulla panchina della Nazionale Cantanti, non abbia preso ispirazione da qualche illustre esponente in materia. La determinazione si sposa con la serenità d’animo. Quella di chi ha la coscienza a posto guardando al lavoro compiuto e a quello che lo attende. “Abbiamo il massimo delle motivazioni per cercare domenica quella vittoria che in casa manca da parecchio, sapendo che il compito sarà molto complicato. Lo dice la classifica. Finché la matematica non garantisce certezze, non si può stare tranquilli. Ci sono ancora diverse partite da disputare e molti punti in gioco. La sosta è caduta bene, nonostante le assenze dei nazionali, come per le altre squadre e quelle degli infortunati. Abbiamo voglia di ricominciare”.

Come possono ingannare le apparenze. Andrea Mandorlini è il tipico esempio di come, a livello di opinione pubblica, l’immagine di sergente di ferro (sul campo, sì), se vogliamo un po’ burbero, non rifletta manco per idea altri tratti dominanti della sua personalità e del suo modo di essere. Un uomo tutto d’un pezzo, come no. Ma simpatico e ironico sino allo sfinimento con le battute al fulmicotone. Un vicino di posto ideale, in certe serate da musi lunghi. “Ho dei bei ricordi di tutto il tempo trascorso a Bergamo, soprattutto dell’anno della promozione in cui riuscimmo a fare una serie record di risultati consecutivi (24 gare senza sconfitte, ndr). Lanciai alcuni giovani del settore giovanile alla ribalta del campionato di Serie B. Domenica andiamo a misurarci con l’Atalanta che è la vera rivelazione di questa stagione. Ha ottimi giocatori, vive sull’entusiasmo e sta raccogliendo i frutti di un grande lavoro. Nel calcio si va a periodi. Negli ultimi anni il Genoa spesso era stato davanti. Quando le cose girano meno bene, la ricetta è ripartire e metterci ancora più convinzione per perseguire gli obiettivi. Le stagioni meno positive, paradossalmente, presuppongono e producono delle opportunità”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here