Home Sport Sport Genova

Genoa, l’ex Perotti e l’esultanza sfrenata dell’Olimpico

2
CONDIVIDI
L'ex Genoa Perotti

GENOVA 29 MAG.  Non c’è niente di male nel vedere un giocatore avversario esultare come un matto per un gol che porta la sua squadra in Champions League.

Se quel giocatore però si chiama Diego Perotti, e la sua vittima Genoa, allora le cose possono cambiare. L’argentino è entrato all’Olimpico quando mancavano 20 minuti alla fine di una sfida bloccata sul 2-2 ed è risultato decisivo al’91.

Peccato che il Genoa sia per lui la formazione della rinascita: dopo i numerosi infortuni nessuno stava credendo in lui ed è stato proprio Preziosi, Gasperini, ed i tifosi a sostenerlo e a rilanciarlo nel grande calcio.


Qualcuno ha storto il naso per un’esultanza così esagerata, pretendeva più rispetto e riconoscenza. L’argentino negli spogliatoi si è subito scusato con la sua ex squadra  Ma nell’epoca dell’iper professionismo siamo sicuri che questa sia una vera colpa? Ai tifosi l’ardua sentenza.

fc

2 COMMENTI

  1. Non ci vedo nulla di male…Perotti è un giocatore della Roma ed è giusto che esulti per un gol importante. Non ha mancato di rispetto a nessuno. Preferisco i giocatori così a quelli che si battono il petto e baciano la maglia per poi andarsene alla prima occasione

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here