Genoa, Juric “I giocatori mi sono piaciuti contro il Cagliari”

0
CONDIVIDI
Juric
Juric
Juric

GENOVA 23 AGO.  C’è molto del nuovo tecnico Ivan Juric nella filosofia Genoa (“con la società siamo una cosa sola, abbiamo gli stessi obiettivi”), protagonista di uno scivolone sul prato nel momento del tripudio. Che sì, dopo il gol di Laxalt, “ho provato delle emozioni”. Dritto per la sua strada, senza gigionerie, capace di dire cose così. “Il Genoa non appartiene agli allenatori che si avvicendano. E’ dei genoani”. E di chi ha l’onere, da tredici anni, di ripianare i costi di gestione. Mica noccioline.
Immaginare un esordio così avrebbe richiesto la mano di uno sceneggiatore. Che tifo, che partita, che pathos. “La vittoria è stata il premio strameritato alla prova dei ragazzi. La squadra mi è piaciuta, non si è disunita, è rimasta concentrata. Dopo lo svantaggio è andata a prendersi la partita perché ci ha creduto. Subire il secondo gol sarebbe stata un’ingiustizia, però il calcio va così. Abbiamo creato tante occasioni, la palla sembrava che non volesse entrare. Sono contento per il gruppo e per i giocatori reduci da una stagione negativa, su cui abbiamo puntato pensando che potessero rifarsi. Penso che una seconda opportunità vada concessa. Hanno risposto in maniera positiva”.

 

LASCIA UN COMMENTO