GENOA, IZZO ALL’EUROPEO U21: “TAPPA IMPORTANTE PER ME”

0
CONDIVIDI

IZZO_GENOAGENOVA 9 GIU.  Dalla Serie B all’Europeo Under 21 nel giro di 12 mesi, passando per una stagione da protagonista con il Grifone, che ha sguardo attento sui giovani da lanciare. Per Armando Izzo un sogno che si avvera, una gratificazione da appendere alla collana per cui va matto, un incentivo lungo il percorso di crescita.

“E’ una tappa importante per imparare, la convocazione mi riempie di orgoglio” afferma senza fronzoli. “Ho fatto tanti sacrifici, il primo pensiero va a papà. Mi dispiace non aver avuto il tempo di renderlo felice”. Nella settimana di stage con il tecnico Di Biagio ha messo in campo coraggio, doti, personalità. Senza rinunciare a quella spontaneità, che lo ha fatto diventare un beniamino del gruppo, quando la scorsa estate aveva sfatto le valigie e si era piazzato a Pegli. Ieri ha trascorso la giornata in famiglia per ricaricarsi come una pila. “Sono stato al mare ad Arenzano con le mie bambine. Ora sono pronto a tornare in ritiro con il pieno di energie”.

Da oggi si ricomincia. Ad Appiano Gentile potrà dare sfogo alla sua vitalità, allevata da scugnIzzo nelle strade di Scampia. C’è chi scommette che il suo iter in azzurro sia solo agli inizi. “Vado dritto per la mia strada, con l’impegno di tenere i piedi per terra. Guardandomi indietro penso di aver avuto fortuna ad avere intorno le persone giuste. Mi hanno aiutato a trovare la via ed esprimere le potenzialità. Mia mamma si è fatta un mazzo grande così. Il procuratore Palermo ha insistito che continuassi, quando avevo deciso di mollare per portare soldi in casa. Il Napoli, l’Avellino, il Genoa, i tecnici, i compagni. A tutti devo qualcosa. Da Gasperini a Burdisso, da De Maio a Marchese e Roncaglia. Se sono migliorato lo devo anche a loro”.

LASCIA UN COMMENTO