Genoa, Gasperini “Pronti alla Battaglia”

0
CONDIVIDI
Gasperini
Gasperini
Gasperini

GENOVA 20 SET. Niente tappeti rossi da srotolare sotto i piedi della Vecchia Signora. Il Genoa si prepara alla battaglia, senza omettere il valore di una squadra vincente per statuto, che in Inghilterra, patria d’origine dei pionieri del calcio italiano, si è ritrovata e adesso vuol tornare a dettare legge in campionato. Negli ultimi due incroci al Ferraris, che storie. Una sconfitta negli ultimi minuti per una magia di Pirlo su punizione. Una vittoria lo scorso autunno con un tap-in di Antonini nel recupero. Flashback sulla bellezza di uno sport, in cui a volte prendi a volte dai, al di là dell’andamento degli incontri. Avviso agli ambientalisti. I conigli che Gasp tira fuori dal cilindro meritano una denuncia solo per la sua bravura. “Non calcoliamo le difficoltà della Juventus in questo avvio, è forte e lo ha dimostrato a Manchester. Non si vincono quattro scudetti consecutivi per caso, rimane la squadra da battere. Noi ripartiamo dalla cose buone fatte sinora”.

Il Ferraris sarà una bolgia per aiutare la squadra a tenere botta, a trovare ossigeno, a uscire dal guscio. Mister Gasperini manco si lamenta delle assenze, non poche in organico. “Sono soddisfatto delle prestazioni nelle prime tre partite, a parte gli ultimi venti minuti di Firenze. Nell’immediato non abbiamo molte opzioni, in prospettiva possiamo solo crescere. Sono una decina i giocatori che stanno benissimo, altri sono in recupero o fuori a lungo. Stiamo cercando faticosamente di tornare alla normalità, nel frattempo ci sono gare e vogliamo giocarle bene. Al di là del valore delle avversarie, è positivo affrontarle, ci saranno occasioni per tutti”. La ricetta per cucinare un bel piatto è presto fatta. “Intensità, organizzazione, difendere e giocare con qualità. Se lasciamo le operazioni alla Juve diventa un problema. La nostra idea è ricalcare prestazioni del passato contro squadre così, vincere o fare risultato poi dipende da varie componenti. Ho visto che adottano più disposizioni, vediamo domani se le nostre aspettative avranno rispondenza. Guardiamo alla partita senza pensare ai punti lasciati per strada, abbiamo creato parecchio senza concretizzare in proporzione”.

LASCIA UN COMMENTO