Genoa, Gasp “Domani il Pubblico Sarà L’Arma in Più”

0
CONDIVIDI
Gasperini
Gasperini
Gasperini

GENOVA 1 NOV.  Cucire meglio il filtro in fase difensiva e vivere la grande bellezza di una gara così. Piena di tutto. Hai voglia a ristudiare il modo di rallentare questo Napoli che ha preso il volo e viaggia sull’euforia di cinque successi consecutivi in campionato. Nel suo laboratorio di Pegli mister Gasperini ricorda sfide che hanno lasciato il segno. Si toglie il cappello davanti ai meriti degli avversari, però conta di tirare fuori dal cilindro un effetto sorpresa. Contro i pronostici che pendono dall’altra parte.

 

Contro la squadra partenopea, che sarà seguita a Genova da non meno di 5mila tifosi, sono state spesso sfide travolgenti sotto il profilo dei gol e dello spettacolo. “Affrontiamo un Napoli che sta andando a mille e sta giocando un ottimo calcio. Abbiamo grande considerazione per i valori che sta esprimendo, sarà importante lucidare la nostra identità di squadra e dare continuità sotto il profilo delle prestazioni. Dobbiamo migliorare in fase di protezione alla nostra porta, a partire dai movimenti di attaccanti e centrocampisti. Questo è il nostro limite evidente allo stato attuale, a cui dobbiamo trovare risposte con la disponibilità di tutti”.

 

 

Gli obiettivi del tecnico sono stati messi sotto la luce del sole. “Tra partite e risultati, qualche recupero e le assenze che scontiamo, stiamo rincorrendo per arrivare a una situazione più stabile, non soggetta all’emergenza. Le gare ravvicinate impongono difficoltà aggiuntive. L’obiettivo è restare più lontano possibile dalla zona bassa, la differenza tra colonna di sinistra e fondo classifica risiede in pochi punti. E’ bene non dimenticarlo. Dal ritorno in Serie A gli incontri con il Napoli ci hanno detto a lungo bene, negli ultimi tempi la tendenza si è invertita nella logica delle cose. Al di là del gemellaggio, della competizione in campo e della sportività tra tifoserie, farà piacere vedere una cornice di pubblico così. Uno spot per il calcio”.

 

Il primato di presenze stagionali è stato centrato nelle ultime ore. Saranno quasi 30mila, di riffa o di raffa, gli spettatori che coloreranno la ‘bombonera’ del Grifone. “Un motivo in più per fare bene. I tre gol realizzati a Chievo e Torino vanno interpretati come dei segnali positivi nel nostro percorso di crescita. Nell’ultima partita siamo stati premiati da un bel secondo tempo, nel primo era stato tutto più difficile. Ci sono pure gli avversari con cui fare i conti”.

 

LASCIA UN COMMENTO