Genoa-Fiorentina, Juric “Tifosi saranno nostra spinta”

0
CONDIVIDI
Juric

GENOVA 10 SET.  Pane al pane e vino al vino senza peli sulla lingua. E’ il marchio di fabbrica di mister Juiric che nelle valutazioni della vigilia si sofferma sul valore della Fiorentina e sugli aspetti che non possono mancare per controbattere alla qualità degli avversari. “Come rosa sono superiori, da parte nostra approccio e mentalità saranno gli stessi. Ci saranno momenti in cui dovremo soffrire la loro abilità nel possesso palla e non solo in quello. Mi aspetto di vedere uno spirito sbarazzino, cura dei particolari, attenzione alle individualità. Apprezzo molto il lavoro di Sousa. Mi piace come mette in campo la squadra, ha una identità chiara e giocatori di qualità. Elementi come Borja Valero, Kalinic e Ilicic, quando è in giornata, sono fuoriclasse. Giocatori come Bernardeschi e Tello possono farti male”.
Ad aiutare il Grifone in una gara complicata ci sarà il pubblico. Il dodicesimo uomo del Genoa che non a caso ha ritirato la maglia con il 12. “Sono contento dell’ambiente positivo che si è creato, i i tifosi possono dare una spinta. Alla festa dei 123 anni se ne è avuta conferma, non sempre l’accoglienza era stata così. Durante la sosta i giocatori rimasti hanno lavorato bene. Chi è tornato dalle nazionali è in buone condizioni, qualcuno ha giocato, qualcuno no. Pavoletti? Mi dispiace non sia sceso in campo. E’ sempre allegro, attaccato ai colori, si allena al top. I dubbi li scioglierò nelle prossime ore, sono contento dei riscontri che arrivano. Perin? Gioca. Kalinic? Lo ricordo ragazzino nell’Hajduk Spalato dove ho esordito. E’ un top-player, dà profondità, bravo spalle alla porta, pressa ed è un generoso. L’unico fuori per noi è Gentiletti, non lo rischiamo. Aspettiamo che ritrovi condizione e forma ”.

LASCIA UN COMMENTO