Generale Carra al 202° anniversario: Arma appartiene a popolazione

0
CONDIVIDI
Il generale dei carabinieri Paolo Carra
Il generale dei carabinieri Paolo Carra
Il generale dei carabinieri Paolo Carra

GENOVA. 6 GIU. Stamane nella caserma “Vittorio Veneto” di Genova, sede del comando della Legione carabinieri Liguria, si è svolta, alla presenza delle più alte autorità della Regione, la celebrazione del 202° anniversario della fondazione dell’Arma.

La cerimonia è stata preceduta dall’alzabandiera e dalla deposizione di una corona d’alloro al Monumento ai Caduti, da parte del comandante della Legione generale di brigata Paolo Carra, accompagnato dall’ispettore regionale dell’associazione nazionale carabinieri.

Alla lettura del messaggio del presidente della Repubblica, è seguito l’intervento della divisa numero uno in Liguria, che ha rievocato la ricorrenza ed ha rivolto ai carabinieri il suo sentito “grazie” per il loro impegno e sacrificio quotidiano: “Ogni volta che i carabinieri sono tra la gente, compiono un piccolo miracolo e cioè quello di rassicurare le persone, che a loro volta ricambiano con la fiducia nell’Arma. Impegno, vicinanza solidale e gentile disponibilità, sono i tratti distintivi con i quali i carabinieri devono porsi tra la gente”.

 

I 2500 Carabinieri della Liguria, suddivisi nelle 17 compagnie e 122 Stazioni, hanno conseguito nell’ultimo anno oltre 2000 arresti e svolto 90mila servizi esterni, che hanno contributo fortemente alla riduzione dei furti del 10% e delle rapine dell’8,5%.

Importante è stata senz’altro anche la campagna di sensibilizzazione sulla popolazione compiuta dai militari nelle parrocchie, nei circoli e luoghi di aggregazione per anziani, così come i manifesti affissi nelle sale d’attesa delle caserme dei carabinieri della Liguria, per fornire semplici consigli anti truffa e contro la criminalità predatoria. Da non dimenticare, la cultura della legalità nelle scuole, attraverso incontri svolti dagli ufficiali in 255 scuole della regione, per una platea di quasi 15.000 studenti.

Il generale Carra ha quindi ribadito l’importanza delle stazioni ed il suo impegno per mantenerle in organico col personale “allo scopo di garantire sempre di più la presenza sul territorio, nella ferma consapevolezza che i carabinieri appartengono in  primis alla popolazione del territorio cui prestano servizio”.

Infine, il generale Carra ha voluto rivolgere un pensiero affettuoso e commosso alla memoria del Vicebrigadiere Marco Petrongolo, già effettivo al comando provinciale di La Spezia, che si è spento l’altro ieri dopo aver strenuamente lottato tra la vita e la morte per circa due mesi a causa di un improvviso arresto cardiaco. Solidarietà e partecipata vicinanza alla famiglia.

La cerimonia si è quindi conclusa con la consegna dei riconoscimenti ai carabinieri che si sono particolarmente distinti nell’adempimento del dovere e dei premi agli studenti liguri più meritevoli. Fabrizio Graffione

LASCIA UN COMMENTO