GdF: attenti all’e-mail fasulla della finta GdF, è una truffa

0
CONDIVIDI
Il facsimile dell'e-mail truffa della finta GdF
Il facsimile dell'e-mail truffa della finta GdF
Il facsimile dell’e-mail truffa della finta GdF

GENOVA. 4 GIU.  Non è la prima volta che accade, ma repetita iuvant.

La GdF ha messo ancora in allerta il popolo del web per la frode telematica che continua a diffondersi online nelle ultime settimane.

Attraverso una e-mail, inviata dall’indirizzo di posta elettronica [email protected], che apparentemente risulta riconducibile alla Guardia di Finanza, ignari cittadini vengono invitati, a fronte di una presunta “evasione fiscale”, ad inviare documentazione contabile e fiscale entro 48 ore dalla ricezione della medesima e-mail.

 

L’indirizzo di posta elettronica [email protected] non è assolutamente un indirizzo istituzionale della GdF, né ad altro ente del governo.

Invero, si tratta di una truffa perpetrata attraverso il cosiddetto fenomeno “email spoofing”che consente l’invio di e-mail con l’indirizzo del mittente falsificato. La GdF è estranea all’invio di queste e-mail, anche perché comunica con i cittadini esclusivamente con posta elettronica certificata.

In caso di ricezione del messaggio, la  GdF consiglia di procedere a cancellarlo immediatamente senza inviare quanto richiesto: qualora sia stata inviata la documentazione richiesta, occorre segnalare il fatto al più vicino reparto della GdF o al numero di pubblica utilità “117”.

LASCIA UN COMMENTO