Gaspare Mutolo da mafioso a pittore

0
CONDIVIDI
Un quadro di Gaspare Mutolo
Un quadro di Gaspare Mutolo
Un quadro di Gaspare Mutolo

SAVONA. 17 NOV. Venerdì 20 novembre alle ore 17 presso gli spazi espositivi di Villa Cambiaso a Savona, verrà inaugurata la mostra “Gaspare Mutolo, il pittore” organizzata dall’Associazione Culturale Giordano Bruno.

La storica Villa di Savona ospiterà le opere di Gaspare Mutolo, pittore dal passato controverso, per anni all’interno dell’organizzazione criminale Cosa Nostra e divenuto poi uno tra i più importanti collaboratori di giustizia del nostro Paese dopo aver affidato le rivelazioni del suo passato ai giudici Falcone e Borsellino.

Le opere rimarranno esposte fino al 26 novembre e sarà possibile visitarle tutti i giorni dalle ore 17 alle 19.

 

La mostra presenterà opere tra le più rappresentative dell’autore, oltre sessanta tele ad olio, che spaziano dalle nature alla pittura simbolica legata al suo passato turbolento, inclusi gli anni trascorsi in carcere, fino ai paesaggi della terra di Sicilia che l’artista non ha più riassaporato e da cui è destinato a restare lontano per tutta la vita.

Il vernissage si terrà venerdì 20 novembre alle 17 in Via Torino 10 presso Villa Cambiaso e in quest’occasione interverranno Giorgio Bongiovanni, Direttore della rivista AntimafiaDuemila, Licia De Prà, organizzatrice dell’evento, Pio Vintera, Direttore di Villa Cambiaso e Francesca Panfili, collaboratrice dell’Associazione Falcone e Borsellino.

Dice di lui il critico  e scrittore Fulvio Abbate: “Mutolo ha iniziato a dipingere nello spazio ristretto e infelice delle carceri, in cella. Ciononostante proprio lì ha ritrovato il tempo e le figure della memoria della Sicilia quotidiana, della sua Palermo. Forse perfino come tecnica di sopravvivenza interiore, ginnastica poetica. Tecnicamente parlando, l’uomo segue le orme della pittura ‘selvaggia’, istintiva, come già il Doganiere Rousseau, il pittore che fece impazzire Picasso e i Surrealisti, nel senso che reinventava di volta in volta la proporzione delle cose, delle case, delle figure, della stessa giungla con i suoi fiori. L’estro e la fantasia non mancano all’ex mafioso Gaspare Mutolo, insieme a un grande senso dello stile, sia pure ‘grezzo’, impuro, naturale, che è poi la cosa che permette di riconoscere ‘la mano’ dell’artista”.

Per informazioni sulla mostra e le opere potete consultare il sito www.gasparemutoloarte.it o telefonare al numero 3381647451.

LASCIA UN COMMENTO