Home Da Sistemare

GARIBALDI VISTO DAGLI ITALOAMERICANI DOMANI ALLA FONDAZIONE CASAMERICA

0
CONDIVIDI

Partendo da questa sua considerazione, Pietro
Rinaldo Fanesi, invece, tenta di restituire a Garibaldi una dimensione
non offuscata dalle sovrapposizioni culturali (e retoriche) che a lungo
hanno influenzato le ricostruzioni bio-bibliografiche.

Questo il senso del suo libro, Garibaldi nelle Americhe. L’uso politico
del mito e gli italoamericani che sarà presentato venerdì 14 dicembre
alle 17,30 a Casa America, a Villa Rosazza, Dinegro. All’incontro
parteciperanno, oltre all’Autore, Roberto Speciale, presidente
Fondazione Casa America, Anna Maria Lazzarino Del Grosso
dell’Università di Genova, Luciano Luciani, presidente Istituto
Fernando Santi, Valerio Pessagno, presidente Asociación
Genovesa-Argentina – Carboneros Unidos de Socorros Mutuos di Buenos
Aires. In buona sostanza il libro si pone l’obiettivo di comprendere se
e quanto il mito garibaldino abbia contribuito alla costruzione di
un’identità nazionale tra le comunità italiane nelle Americhe o se, al
contrario, esso non sia stato l’elemento caratterizzante di un’identità
"divisa". Pertanto viene così analizzata l’evoluzione del mito del
nizzardo principalmente attraverso l’eco degli anniversari
"garibaldini" di fine Ottocento e di inizio secolo, sino a censire e
studiare le varie "rappresentazioni" del mito (dagli anniversari della
nascita e della morte, alla edificazione di monumenti e di "templi"
come quelli di Montevideo e di Staten Island) che, in particolare dagli
anni Trenta del ‘900 in poi, hanno reso attuale la figura di Giuseppe
Garibaldi, con il permanente tentativo di "appropriarsi" della sua
eredità: sarà così, infatti, per repubblicani e monarchici prima, per
antifascisti e fascisti poi. Pietro Rinaldo Fanesi, classe 1953 è
cultore della materia presso la Cattedra di Storia e Istituzioni delle
Americhe dell’Università di Camerino e Ricercatore dell’Istituto
regionale per la storia del movimento di liberazione nelle Marche. Si è
occupato, in particolare, della storia del movimento democratico e
repubblicano nelle Marche, dell’esilio antifascista italiano in
Argentina e, inoltre, della genesi e della evoluzione del mito di
Giuseppe Garibaldi nelle Americhe. Ha pubblicato numerosi saggi su
volumi collettanei e riviste come, Estudios Migratorios
Latinoamericanos di Buenos Aires, Estudios Interdisciplinarios de
America Latina y el Caribe di Tel Aviv, Quaderni di Resistenza Marche e
Storia e problemi contemporanei. Ha partecipato a numerosi convegni in
Italia e all’estero (Stati Uniti, Argentina). Ha pubblicato, tra
l’altro, Verso l’altra Italia (Franco Angeli 1991), El exilio
antifascista en la Argentina (Centro Editor de America Latina 1994),
Storie di Jesi sovversiva, con A. Cascia (Il Lavoro Editoriale 1995).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here