G8: Placanica annuncia il suicidio su Fb, ma poi ci ripensa

27
CONDIVIDI
Placanica e Giuliani pochi istanti prima della tragedia in piazza Alimonda
Placanica e Giuliani pochi istanti prima della tragedia in piazza Alimonda
Placanica e Giuliani pochi istanti prima della tragedia in piazza Alimonda

GENOVA. 30 MAR. Mario Placanica, 35 anni, ucciso da molti media e ferito dallo Stato, ieri sera in un momento di sconforto ha annunciato su Facebook il suicidio. Per fortuna, l’ex carabiniere ausiliario del G8 ci ha ripensato. Ha cancellato il post e ne ha pubblicati altri, tranquillizzando tutti gli amici e i parenti.

Dai terribili momenti del G8 del 2001, quando Carlo Giuliani si coprì il volto con un passamontagna, inseguì i carabinieri in ritirata e tentò di ammazzarlo con un estintore in piazza Alimonda, non ha passato una vita facile. Lui si difese sparando. Giuliani morì e Placanica finì nel tritacarne mediatico, anche se i giudici riconobbero la legittima difesa e il legittimo uso dell’arma, assolvendolo dall’accusa di omicidio del manifestante. Il giovane calabrese è in congedo dall’Arma dal 2005.

“Tranquilli sono a letto” ha scritto su Facebook ieri sera Placanica.

 

“Io non cerco soldi alle persone – ha aggiunto l’ex carabiniere – io vorrei avere un’altra opportunità nella vita pure per i miei figli e non solo io penso che chi ha problemi nella vita ha diritto a rifarsi una vita, io non ho mai rubato ma di desolazione ce n’è tanta in giro …..auguro una buona vita a tutti…..”.

In precedenza, sul suo profilo Facebook erano comparsi i seguenti post:

“Non riesco più ad avere un finanziamento, oggi l’ennesima porta chiusa sto pensando al suicidio ciao per quelli che mi hanno sostenuto non ne posso più… addio”.

“Ho sempre voluto bene all’Arma oggi pomeriggio diventerò pure io un angelo dei carabinieri questo forse non piacerà agli amici ma non ho alternative”.

 

27 COMMENTI

  1. Credo che sia evidente che l’ex carabiniere abbia agito x legittima difesa…… chiunque si sarebbe difeso…. e nonostante questo credo che l’avvenimento lo abbia segnato x tutta la vita…..

    • Sono d’accordissimo con te che la vita, umana (e non) é sacra.
      Meno quando dici che un estintore non può uccidere.
      Credo che in quel contesto certo nessuno riuscirebbe a prendere la mira e centrare la testa tantomeno un carabiniere ausiliario dunque neppure addestrato.

    • Nessuno può dire che un estintore preso in testa possa uccidere ma è pacifico credere che un colpo di pistola lo possa fare . Poi ovviamente se si vuole difendere a tutti i costi chi uccide !!!!!!! E qui chiudo.

    • Gabriella Cavazzana io una pallottola non l’ho mai presa perché a contrario di certa gente vado a rompermi la schiena per dar da mangiare ai figli e non vado a tirare estintori …..

    • Se il “caro” ragazzo avesse protestato civilmente non sarebbe accaduto nulla e comunque a lui e’ stata dedicata una piazza a che pro poi….agli onesti no….siamo proprio un popolo di falsi buonisti!!!!!

    • Mi stupisce l idea che qualcuno ancora pensa che in una situazione di panico come quella si riesca a prendere la mira e centrare un colpo!! Ma avete mai provato a sparare?? Vi siete mai trovati in una situazione simile?? Xche continuare a “sparare” belinate!!

  2. Pensare di difendere dei criminali offendendo dei lavoratori come un carabiniere ausiliario
    che si stava guadagnando il pane è da ipocriti.

  3. Credo che per giudicare bisogna aver vissuto la situazione e considerare la giovane età del carabiniere! Comunque lo credo che gli assalitori fossero più di uno come indica la trave in legno!

  4. bho…ho dei dubbi pure io… l’estintore lanciato così non lo avrebbe ucciso..per spaccare la testa con estintore tanto da uccidere..non è lanciandolo dentro ad una macchina e cercare di centrare la testa..difficile molto difficile…forse l’avrebbe più facilmente preso in una gamba…cmq un “militare” si presume addestrato poteva centrare una spalla o una gamba…

LASCIA UN COMMENTO