Furbetto fa shopping anziché assistere la madre malata: licenziato

0
CONDIVIDI
tribunale corte appello
Revocati arresti domiciliari per otaio genovese; non sussistono gravi indizi di colpevolezza
tribunale corte appello
Il Tribunale: giusto il licenziamento del furbetto che si beffa della legge 104

GENOVA. 19 MAG. Legge 104, norma violata dai furbetti. Un impiegato di una ditta in porto aveva ottenuto i permessi per non lavorare, ma era stato pizzicato mentre andava a fare shopping con la fidanzata, anziché assistere l’anziana madre malata. Il 50enne genovese era stato denunciato e licenziato.

Tuttavia, aveva presentato ricorso contro il procedimento di licenziamento. Oggi il giudice del lavoro ha rigettato la sua istanza confermando il licenziamento per giusta causa ed imponendo il pagamento delle spese processuali con il risarcimento delle retribuzioni percepite per le ore in cui aveva fruito della legge 104.

Ad incastrare il furbetto erano stati per primi gli investigatori privati, incaricati dalla ditta.

LASCIA UN COMMENTO