Fungaiolo morto a Lumarzo, si parla di omicidio

0
CONDIVIDI
Lavagna, marocchino 16enne deruba anziano e fugge sotto le telecamere

GENOVA. 12 OTT. C’è una svolta clamorosa con il ritrovamento del corpo senza vita del fungaiolo di 68 anni, Albano Crocco di Lumarzo trovato morto ieri sera dopo che era uscito di casa per andare a cercare funghi.

Il corpo è stato trovato decapitato. Da una prima ricostruzione la caduta accidentale potrebbe aver provocato la decapitazione. Un sopralluogo del medico legale Bartolomeo Strizoli mette in dubbio tale ipotesi.

Il cadavere del pensionato riporterebbe infatti segni di un colpo da arma da fuoco a pallini, compatibile con un fucile da caccia.

 

E la mutilazione potrebbe essere avvenuta dopo il ferimento, forse con un’arma da taglio.

La testa non è ancora stata trovata. Indagini sono in corso da parte del sostituto procuratore di Genova Silvio Franz e non viene escluso l’ipotesi dell’omicidio.

Del caso se ne stanno occupando i carabinieri, sul posto è presente anche il reparto scientifico e i cani molecolari.
Proprio secondo i Carabinieri non si tratterebbe di una morte accidentale. La fucilata sarebbe stata sparata da breve distanza e potrebbe essere stata in grado di staccare la testa dal corpo.

Albano Crocco è stata descritta dai vicini e dallo stesso sindaco come una persona estremamente tranquilla.

LASCIA UN COMMENTO