Home Politica Politica Savona

FRATELLI D’ITALIA SAVONA: “BASTA NOMINATI. FORZA ITALIA A SAVONA COME A ROMA!”

0
CONDIVIDI
crosetto-fratelli-italia

crosetto-fratelli-italiaSAVONA. 9 AGO. Fratelli d’Italia – An Savona in una nota piccata del suo portavoce, Emiliano Martino, denuncia la propria contrarietà alla nomina di Angelo Vaccarezza responsabile per l’Italia sulla direttiva Bolkenstein e, in particolare, alle nomine d’ufficio.

“E’ proprio vero, al peggio non vi è mai limite, come non vi è limite alla rincorsa di nuove poltrone da parte dei politici rimasti a piedi.

Come se non fosse stato sufficiente autonominarsi presidente di Ips, con l’assenso e la complicità dei compagni savonesi, l’ex presidente della Provincia Angelo Vaccarezza, ha pensato bene di farsi nominare alla Ue, dal suo compagno di partito Cirio come responsabile per l’Italia sulla direttiva Bolkenstein.


Dopo esserci ripresi dallo sconforto che ci ha assaliti a seguito dell’apprendimento della scandalosa notizia, ci chiediamo come possa un politico che non è stato in grado di farsi eleggere come consigliere nel Comune di Albenga, rappresentare l’intera nazione in Europa?

Riteniamo che debba essere un operatore del settore balneare ad andare in Europa per seguire gli sviluppi della Bolkenstein, non un nominato!

Questi sono solo gli ultimi vergognosi episodi che coinvolgono la vecchia politica savonese ed i suoi attori, che in preda al panico da mancanza di poltrona, pur di non rinunciarvi, non esitano a tradire i loro elettori facendo accordi (meglio dire inciuci) con i loro storici avversari.

Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale dice ‘Basta ai nominati! Basta agli inciuci di palazzo’. Chiediamo a gran voce coerenza ed onestà intellettuale! Chi non rappresenta più i cittadini, deve ritornare a svolgere l’attività professionale antecedente l’incarico elettivo, in alternativa… per coloro che non hanno mai lavorato, e di esempi ne abbiamo tanti, lista di collocamento!

I cittadini hanno buona memoria e chiediamo loro di aiutarci per offrire un futuro migliore alle prossime generazioni”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here