Frana Favale, strada riaperta in settimana: da Regione 100mila euro

0
CONDIVIDI
Maxi frana a favale di malvaro: la strada riaperta a senso unico alternato entro la prossima settimana, Regione Liguria stanzia 100mila euro
Maxi frana a favale di malvaro: la strada riaperta a senso unico alternato entro la prossima settimana, Regione Liguria stanzia 100mila euro
Maxi frana a Favale di Malvaro: la strada riaperta a senso unico alternato entro la prossima settimana, Regione Liguria stanzia 100mila euro

GENOVA. 16 MAR. Cinquanta persone isolate a Favale di Malvaro per la grossa frana di ieri. La strada dovrebbe essere riaperta, almeno a senso unico alternato, entro la prossima settimana, ma intanto la Regione ha stanziato 100mila euro per risolvere il problema.

Centomila euro per togliere i massi in parete ancora pericolanti, rimuovere i detriti dalla strada e consentire l’apertura di un accesso carrabile per il transito monitorato e vigilato, a orari prestabiliti, di macchine e mezzi. E’ l’impegno che si è assunto oggi l’assessore regionale alla Protezione Civile e Infrastrutture, Giacomo Giampedrone al termine di una riunione con i tecnici regionali della Difesa del Suolo, delle Infrastrutture e della Protezione civile in cui è stato fatto il punto sulla frana che si è abbattuta la notte scorsa a Favale di Malvaro, in località Pessa.

L’intervento immediato dei tecnici regionali, dopo che un intero versante è franato, è servito a fornire tutte le informazioni necessarie per prendere la decisione di intervenire economicamente e individuare le soluzioni più idonee, sia dal punto di vista tecnico che logistico per togliere dall’isolamento le 50 persone e garantire di nuovo la sicurezza.

 

“L’intervento che attiverà il sindaco Ubaldo Crino – ha spiegato l’assessore Giampedrone – riguarderà prima di tutto l’eliminazione dei massi ancora pericolanti in parete e di quelli già crollati sulla strada. L’obiettivo che ci siamo prefissati con il primo cittadino è quello della creazione di un varco di accesso carrabile monitorato, a orari prestabiliti, per consentire il transito delle macchine e dei mezzi di soccorso. Successivamente dovrà essere messa a punto la progettazione per l’intervento globale di messa in sicurezza del versante”. Vista la complessità della situazione l’assessore Giampedrone ha lanciato un appello agli ordini dei geologici e degli ingegneri affinché supportino, sia nella progettazione che negli interventi, i tecnici del comune di Favale di Malvaro.

 

LASCIA UN COMMENTO