Foto | Dopo l’allerta rossa, si contano i danni

2
CONDIVIDI
Il downburst a Quinto (Foto Michele Frassinetti)

GENOVA. 15 OTT. Con l’allerta rossa acqua e temporali sono arrivati, ma purtroppo è arrivato anche il tanto temuto scontro tra le correnti ascensionali calde provenienti dalla Corsica e quelle fredde dal nord che hanno provocato una serie di trombe marine che hanno investito Genova e il levante, causando danni ad alberi, tetti, pali dell’illuminazione e corrente, interrompendo ferrovia e strade statali e provinciali.

Ieri nel tardo pomeriggio un primo bilancio che vede dodici feriti lievi e diversi danni materiali.

Il momento peggiore intorno alle ore 14:00 quando si sono scontrate le due correnti d’aria facendo nascere dei ‘downburst’ di una certa entità che si sono generati sulla costa e nell’entroterra.

 

Sono state così colpite le cittadine di Bogliasco, Sori, Recco, Portofino, Rapallo e Lavagna e nell’entroterra: Uscio, Avegno e  Bargagli. Proprio a Bargagli il vento ha raggiunto la velocità di 153 km/h ed è saltata l’energia elettrica fino a sera.

Un Intercity proveniente dalla Toscana e diretto a Genova con 300 passeggeri ha dovuto fermare rapidamente la corsa.

Tra Zoagli e Rapallo sono, infatti, crollati degli alberi sulla linea aerea della ferrovia e sui binari ed un intercity ha dovuto fermarsi in emergenza. I passeggeri sono poi stati salvati tra mille difficoltà, mentre la linea ancora stanotte non era funzionante con i treni a lunga percorrenza provenienti da sud deviati su Piacenza.

Anche a Nervi un pino è crollato sui binari ed è ancora interrotto ancora il tratto tra Recco e Genova Brignole. L’accesso per la strada di S. Ilario, al semaforo di via Donato Somma, è stato bloccato e presidiato da una pattuglia della polizia municipale fino alla tarda serata di ieri.

A Portofino la strada è rimasta chiusa nel pomeriggio di ieri per uno smottamento vicino a villa di Berlusconi la statale; la piattezza del borgo è stata devastata con il vento che ha abbattuto il grande pino centenario del Castello Brown.

Oltre a Bargagli diversi comuni sono rimasti senza energia elettrica a causa della caduta dei tralicci e dei cavi. A Bogliasco, un palo dell’illuminazione è crollato sul campo della Sampdoria.

Tantissime sono state le chiamate ai vigili del fuoco e gli interventi che hanno effettuato. Oggi l’allerta, almeno su Genova, è stata declassata a gialla ed attualmente c’è un pallido sole.

Ecco un po’ di foto della giornata di ieri.

2 COMMENTI

  1. C’è stato veramente un momento, almeno nel mio quartiere che sembrava l’apocalisse. Il cielo si è oscurato e tra pioggia e fortissimo vento non si vedeva più nulla e benché fossi in casa e guardavo dalla finestra mi sono spaventata molto. Meno male che è durato e tutto è andato per il meglio. Siamo tutti scioccati e spaventati al ricordo delle ultime alluvioni che ci hanno portato tanti danni ma sopratutto persone che hanno perso la vita!……

LASCIA UN COMMENTO