Forza Nuova, blitz nella notte contro l’immigrazione

31
CONDIVIDI
Blitz di Forza scuola nell scuola di via Era
Blitz di Forza Nuova nell scuola di via Era
Blitz di Forza Nuova nell scuola di via Era

GENOVA. 10 MAR. Questa notte militanti di Forza Nuova hanno effettuato diversi blitz contro l’immigrazione in diverse parti della città.

In Via Era, nel quartiere di Sturla, all’ingresso della scuola secondaria di primo grado De Toni è stato impiccato un manichino per protestare contro la decisione della preside che ha fatto entrare nella classe I un profugo a raccontare le “atroci sofferenze” senza che i genitori ne fossero informati.

“Un atteggiamento meschino e subdolo dell’istituzione scolastica – precisa Forza Nuova – fatto peraltro alle spalle dei genitori degli alunni, per indirizzare i ragazzi verso un preciso indirizzo ideologico”.

 

“Se la Dirigente Scolastica – si legge in una nota del movimento – protagonista in passato di scelte a dir poco bizzarre, e i professori volessero far ascoltare ai loro alunni realtà veramente tragiche, siamo in grado di fargli conoscere decine e decine di uomini e donne italiane, che hanno perso il lavoro, che vivono ai margini della società, che nessuno ascolta, che sono sull’ orlo del suicidio e che non dormono negli alberghi, ne hanno tutti i vantaggi di cui godono i finti profughi tanto cari al corpo docente di Sturla”.

In Piazza Cavour davanti alle prime Poste Italiane multirazziali sono stati affissi manifesti, che esprimono la contrarietà del movimento a qualsiasi ipotesi di integrazione con l’unica via possibile l’immediato ed umano rimpatrio di tutti gli immigrati presenti.

“Visto l’atteggiamento di poste italiane – prosegue la nota – che diventano di fatto poste africane e sud americane, con personale che parla arabo, spagnolo e francese, Forza Nuova invita gli italiani ed i genovesi doc a ritirare i soldi e a chiudere i conti correnti postali per non avere nulla a che fare con chi fa propaganda antinazionale e con chi discrimina di fatto i lavoratori italiani”.

Davanti a diversi istitituti scolastici di ogni ordine e grado di Sturla, Quezzi, Marassi e Borgoratti sono stati affissi centinaia di manifesti dal titolo: “Tetto massimo di immigrati per classe? Zero”.

Forza Nuova propone, a tale proposito, di creare delle classi per gli studenti figli di immigrati per evitare un rallentamento della didattica e favorire l’apprendimento degli stessi, istituzionalizzando, cosi, una situazione che è gia presente nelle nostre scuole, nell’attesa del ritorno nei loro paesi.

31 COMMENTI

  1. “Un atteggiamento meschino e subdolo dell’istituzione scolastica, fatto peraltro alle spalle dei genitori degli alunni, per indirizzare i ragazzi verso un preciso indirizzo ideologico.”

    ma voi avete dei seri problemi.

    • I seri problemi li ha anche chi organizza “giornate a tema” per i bambini senza chiedere il parere dei genitori (Mamma e Papà ovviamente..)

    • Intanto da capire se questo é vero. Solitamente tutte le attività sono indicate e segnalate, poi magari sono i ragazzi a non averlo detto a casa.
      Comunque qualora non fosse così. .. quale é il problema di una testimonianza di questo tipo? Non mi é chiaro.

    • Se posso permettermi ci sono italiani che stanno molto male econimicamente..li facessero andare a loro a scuola a dichiarare i disagi ed i disservizi che nonostante paghino le tasse, hanno.

  2. Per me la politica nn esiste più ormai siamo messi a 90 con una dittatura finta democratica io sono italiano disoccupato e senza diritti poi dicono perché si delinque.
    Cmq per queste iniziative il preside maestre o prof dovrebbero informare poi un genitore e libero o no di farlo presenziare e nn deve essere un obbligo.

  3. Come molte delle cose scritte su questo sito, la notizia dei manifesti in zona piazza cavour è una bufala. Non c’è un cartello o manifesto in tutta la zona attorno all’ufficio. Tanto meno sono stati affissi sulle porte dello stesso, il chè è evidente anche dalla foto pubblicata in cui i presunti manifesti sono stati evidentemente photoshoppati anche malissimo. Siete ridicoli. In ogni caso, la scelta di aprire uno sportello multietnico è squisitamente commerciale da parte di una azienda che è spa e punta solo al guadagno, mentre il non saper parlare tedesco non è certo un problema: le lingue più parlate nel mondo e tra i turisti sono inglese e spagnolo.

  4. Premetto che non reputo degne di attenzione retoriche fasciste, comuniste e minchiate varie. Infatti noto da alcuni felici commenti come certe vecchie guardie cerchino di rievocare tensioni per fortuna smortazesi grazie al passaggio generazionale.

    Quello che è stato fatto è un gesto barbaro di individui submentali. Punto. Non mi interessa che si proclamino fascisti, comunisti o difensori della patria.
    Se il messaggio che volevano comunicare era che le parole di un rifugiato di guerra in una scuola non sono gradite oppure che è necessario istutuire classi separate per bambini italiani e bambini stranieri per non “rallentare” l’apprendimento dei nostri ragazzi, hanno sicuramente sbagliato il modo di comunicare il loro dissenso. E’ come se io, non essendo d’accordo con quello che fanno e quello in cui credono i forzanovisti appendessi a testa in giù un manichino davanti alla loro sede. Sono questi i modi?
    E poi, comunisti e cazzate a parte, vi sembra giusto non accogliere un rifugiato di guerra? E vi sembra sbagliato che parli un una scuola media? Sarei tanto curioso di sapere il perché.

    Ciao

  5. ah e comunque si capisce benissimo che l’articolo ve lo siete scritti da soli. Veramente patetici.
    E fossi in voi andrei un po’ a studiare, anche se nel vostro caso dubito che ci siano serie di possibilità di miglioramento.
    Quando si dice, questi ragazzi avranno idee sbagliate ma avranno le loro idee perché sanno pensare con la propria testa. Il mio cane è molto più intelligente.

  6. ahahah meno male che siamo nel 2016..e sta gentaglia sparirà come è arrivata..
    genova è medaglia d’oro per la resistenza..ricordatevelo cari fascistelli…
    approposito.. quando la rifate l’iniziativa di dare cibo e viveri ai bianchi?di solito basta raccontarvi due fregnacce che mi riempite di roba da mangiare che poi vado regolarmente a distribuire tra gli immigrati… tnx

LASCIA UN COMMENTO