“Follow Me” di Susan Philipsz al Ducale

0
CONDIVIDI
a Villa Croce Follow Me, la prima retrospettiva di Susan Phlipsz
a Villa Croce Follow Me, la prima retrospettiva di Susan Phlipsz
a Villa Croce Follow Me, la prima retrospettiva di Susan Phlipsz
a Villa Croce Follow Me, la prima retrospettiva di Susan Phlipsz
a Villa Croce Follow Me, la prima retrospettiva di Susan Phlipsz

GENOVA. 5 SET. Inaugurazione il 10 settembre, ore 17.30 a Villa Croce di Follow Me, ovvero “seguimi”, la prima retrospettiva di Susan Phlipsz.

La mostra proseguirà dal 11.09.2015 al 11.10.2015 a Palazzo Ducale. La Phlipsz è un’ artista scozzese tra le più significative della sua generazione e Follow Me è anche l’invito a seguire un percorso che riunisce una selezione di sei lavori e una nuova produzione, dedicata all´Elettra, la nave laboratorio di Guglielmo Marconi.

Negli ultimi due decenni la Philipsz (Glasgow,1965) ha esplorato con le sue installazioni sonore (registrazioni della sua voce che riproduce “a cappella” componimenti altrui) le valenze psicologiche e le potenzialità scultoree del suono. Per Genova l´artista ambienta le sue installazioni sonore, nella cornice architettonica dei palazzi dei Rolli e di sedi istituzionali genovesi. Le sue opere si trovano così ad accompagnare i visitatori in una passeggiata che muove da Palazzo Ducale, lungo i vicoli del centro storico, fino ai Palazzi di via Garibaldi per raggiungere infine il parco di Villa Croce.

 

L’esposizione è accompagnata da una pubblicazione, edita da Humboldtbooks, interamente dedicata al progetto, che raccoglie la documentazione della mostra, disegni dei palazzi e mappe della città, accanto ai testi delle curatrici Ilaria Bonacossa e Paola Nicolin, riunisce saggi critici di Luca Cerizza e Chus Martinez, corredati da un ricco apparato iconografico e dalle schede delle opere in mostra.


L’ 8 settembre alle ore 18.30 a Palazzo Ducale – Sala del Minor Consiglio, vi sarà  Incontro con Susan Philipsz in cui l’artista incontra pubblico e studenti nell’anteprima di Follow Me.

FRANCESCA CAMPONERO

LASCIA UN COMMENTO