FOLLA COMMOSSA A VILLANOVA AI FUNERALI DELLA SIFFREDI

0
CONDIVIDI

Grande commozione per la scomparsa della giornalista
Grande commozione per la scomparsa della giornalista
SAVONA. 19 GIUG. Cerimonia funebre toccante ieri pomeriggio nella Chiesa parrocchiale e cimiteriale di Santo Stefano a Villanova per l’estremo saluto alla giornalista Marisa Siffredi. Ad officiare i funerali della nota pubblicista cinquanttottenne, dinanzi ad una folla strabocchevole, sono stati il parroco di Villanova Don Giancarlo Aprosio, Don Luigi Lauro, parroco del Sacro Cuore ad Albenga e Don Mauro Marchiano, parroco di Garlenda. La presenza dei tre concelebranti è stata il segno evidente dell’ affetto e stima che tutto il comprensorio ingauno nutriva per Marisa. Presenti insieme a tanti amici, colleghi giornalisti, sindaci ed amministratori locali, rappresentanti del mondo della cultura, del volontariato e dell’associazionismo. La Siffredi aveva iniziato la carriera giornalistica sulle pagine de “ L’ Opinione del Ponente Ligure” diretto dal giornalista Ernani Iezzi. Molto disponibile e sempre dinamica, era impegnata attivamente nel sociale: sosteneva e faceva parte di svariate associazioni caritatevoli, di volontariato e di service. La scomparsa della Siffredi, che apparteneva ad una nota famiglia villanovese, ha lasciato attoniti tutti i concittadini, i conoscenti e gli amici. A causarne il decesso era stato un malore improvviso che l’ aveva colpita l’altro giorno mentre si trovava all’interno di un negozio di bomboniere ad Albenga, con il futuro marito. Sempre propositiva e solare, disponibile e dinamica ha scritto su numerose testate locali ( da “Gente di Riviera”, a “Il Ponentino” etc.) ed è stata direttore responsabile di svariati giornali comunali ( a Borghetto Santo Spirito, a Villanova etc). Aveva proprio da poco deciso di mettere a disposizione del comune villanovese il prezioso archivio, frutto di anni di lunghi ed appassionati studi e ricerche da parte di Luciano e Marisa Siffredi. Sempre impegnata nel raccontare le tradizioni e le bellezze della sua cittadina frequentava anche con passione, profitto ed assiduamente i corsi di aggiornamento dell’ Ordine dei Giornalisti della Liguria al quale era iscritta dal 1993. Dopo il funerale la salma è stata tumulata nella cappella di Famiglia, nel cimitero attiguo alla chiesa di Santo Stefano. La nostra redazione si unisce alla famiglia ed agli amici di Marisa partecipando al loro dolore per la perdita di una così cara persona.
CLAUDIO ALMANZI

LASCIA UN COMMENTO