Foibe, Salvatore (M5S) discendente profughi: non dimenticare

1
CONDIVIDI
La consigliera regionale M5S Alice Salvatore
Alice Salvatore (M5S) discendente diretta dei profughi fiumani: oggi sarà presente al Teatro della Gioventù per ricordare gli italiani massacrati dal maresciallo Tito solo per ragioni etniche
Alice Salvatore (M5S) discendente diretta dei profughi fiumani: oggi sarà presente al Teatro della Gioventù per ricordare gli italiani massacrati dal maresciallo Tito solo per ragioni etniche

GENOVA. 9 FEB.  Italiani massacrati dai partigiani titini per ragioni etniche. Oggi alle ore 15,30 al Teatro della Gioventù, il Giorno del Ricordo è una ricorrenza ricorrenza speciale per l’ex capogruppo e consigliere regionale M5S Alice Salvatore, discendente di profughi fiumani.

Il consiglio regionale commemora la tragedia delle foibe, dove migliaia di uomini, donne e bambini, solo per ragioni etniche, furono  massacrati dai carnefici del maresciallo Tito.

Alice Salvatore è discendente diretta di profughi fiumani e nipote di Nevio Skull, esponente del partito autonomista di Fiume assassinato dai partigiani titini dopo la fine della seconda guerra Mondiale.

 

“Quello di domani per me è un giorno speciale che vivrò con grande passione e trasporto personale – ha spiegato oggi Salvatore – come ho sempre fatto fin da quando sono bambina”.

 

1 COMMENTO

  1. Oggi c’è la cerimonia, ma il giorno del ricordo é domani, 10 febbraio. Brava Alice: fu pulizia etnica, non si scappava perché fascisti dal paradiso comunista, così come alcuni italiani credono ancora oggi. Molti altri purtoppo non sanno nulla… Il mio bisnonno era segretario e tesoriere del partito socialista di Pola, illegale durante il fascismo. Nonostante ció sono figlia e nipote di esuli. Esuli, fermati alla Stazione di Bologna, perchè “fascisti” e fu solo l’accoglienza in una patria matrigna, che coi beni della nostra gente ha pagato il debito di guerra di una nazione intera.

LASCIA UN COMMENTO