Home Cronaca Cronaca Genova

Fiumara in mano a loro: rissa tra giovani stranieri violenti

59
CONDIVIDI
Fiumara

GENOVA. 28 SET. Maxi rissa ieri sera nei pressi del centro commerciale Fiumara di Sampierdarena tra giovani di origine straniera. Secondo le forze dell’ordine, intervenute per sedare gli animi, si sono affrontate due bande contrapposte di teen ager, alcuni dei quali armati con bastoni e coltelli.

Le fazioni dei violenti erano composte principalmente da giovani nordafricani e dell’Est europeo. Fra di loro, anche minori seguiti ed affidati ai servizi sociali.

La rissa è stata interrotta dalle sirene delle numerose volanti della polizia accorse sul posto. Gli agenti, nonostante il fuggi fuggi, hanno fermato alcuni giovani che tentavano di scappare salendo su un bus.


Uno degli stranieri è stato identificato al pronto soccorso dell’ospedale Villa Scassi, dove è stato medicato per l’amputazione parziale dell’orecchio.

Il movente della rissa potrebbe essere il piccolo spaccio e alcuni screzi avvenuti nei giorni scorsi fra i ragazzi delle due comunità.

59 COMMENTI

  1. Sono 4 anni che non vado alla fiumara.e sono 30 anni che non vado piu’ in via pre” o nei carrugi di genova e questo mi manca.di questo ringrazio i politici infami.e brutto non poter vivere la propria citta’,

  2. Abbiamo molti giovani che non frequentano la scuola, nullafacenti….domando: perché non fare frequentare dei corsi professionali tenuti da volontari e insegnare una professione? A Sampierdarena, povera delegazione, presso l’Istituto Don Bosco, c’è una falegnameria in disuso da anni, il Sorriso Francescano in Albaro idem. Sig. Sindaco faccia riprendere l’insegnamento di mestieri utili, togliamo dalla strada latino e migranti, l’ozio è veramente il padre dei vizi. Riapriamo il Sorriso Francescano e don Bosco, grazie

  3. Abbiamo dato l’idea di essere un paese easy senza certezza di pena e loro si adeguano,ieri andando in riviera tre episodi,un venditore molesto sul lungomare,due senza biglietto sul treno,uno che a brignole aveva rubato una borsa,tre giovani africani,purtroppo oltre a salvare bisogna SAPER accogliere

  4. L’insofferenza che c’è fra i diversi gruppi extracomunitari è palese…..sembra una promessa di battaglia per appropriarsi del territorio…..dove noi, per ora, siamo visti come un male inevitabile, poi, vedranno il da farsi,una volta diventati dominanti!?!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here