FIOM. ANSALDO TAGLI ALLE NEO MAMME E 104

0
CONDIVIDI
FIOM ansaldo energia sciopero

FIOM ansaldo energia scioperoGENOVA. 17 GIU. La Fiom Cgil denuncia come Ansaldo Energia abbia proposto “un taglio del premio di produzione per le neo mamme e per chi ha pazienti disabili, assistiti grazie ai permessi della legge 104, fino a 1000 euro” e sostiene che, secondo l’azienda, certe situazioni “sono un problema di assenteismo”.

Dell’argomento ne parleranno Rsu e lavoratori in assemblee unitarie sui tre turni.

In particolare, sostiene la Fiom, che per l’azienda “l’allattamento previsto dalla legge per assistere il figlio fino ad un anno d’età e l’utilizzo della legge 104 per seguire i famigliari inabili sono un problema di assenteismo e quindi devono essere penalizzati perdendo una percentuale del premio di produttività, mille euro in meno nel primo caso, 500 nel secondo, visto che a chi utilizza la legge 104 si concedono alcune ore di franchigia”.

 

Inoltre per chi deve seguire il bambino entro un anno dalla nascita, non ci saranno concessioni perché “non è colpa dell’azienda se qualcuno vuole fare figli. L’azienda vive con fastidio questi argomenti e dichiara che lei non toglie i diritti, solo costeranno di più per le donne e le mamme e per chi utilizza la legge per assistere i famigliari disabili”.

LASCIA UN COMMENTO