Finti tumori per rifarsi il seno: indagati 8 medici e 100 pazienti

65
CONDIVIDI
Un seno rifatto e la protesi: presunto scandalo al Santa Corona di pietra Ligure
Un seno rifatto e la protesi: presunto scandalo al Santa Corona di pietra Ligure
Un seno rifatto e la protesi: presunto scandalo al Santa Corona di pietra Ligure

SAVONA. 2 AGO. Furbette amiche dei furbetti in camice bianco. Finti tumori per rifarsi il seno. Difficoltà respiratorie per aggiustare il nasone e via via così.

Insomma, patologie che sarebbero state inesistenti per consentire a signore e signorine (fra i 30 e i 55 anni) una serie di interventi estetici in ospedale. Il tutto a spesa della sanità pubblica. Ovvio.

Il sospetto è della procura di Savona, che nei giorni scorsi ha allargato l’inchiesta sul presunto scandalo al Santa Corona di Pietra Ligure.

 

Tra le cartelle cliniche, analisi e referti sequestrati l’altro giorno dagli inquirenti, non ci sarebbe traccia dei tumori, né di altro.

Secondo l’ipotesi dell’accusa, pazienti e camici bianchi potrebbero aver camuffato decine di interventi chirurgici. I medici indagati al momento risultano 8. Le pazienti sotto la lente dell’indagine sarebbero circa un centinaio. L’ipotesi di reato sarebbe truffa in concorso. Per i medici, a vario titolo, anche peculato e falso. Il danno erariale avrebbe superato i 600mila euro.

Gli investigatori della Guardia di Finanza hanno  setacciato anche abitazioni e studi privati degli 8 medici, sequestrando varia documentazione.

 

 

65 COMMENTI

  1. Dovrebbero averli veri i finti cancri usati a loro beneficio… Magari nel frattempo chi ne era veramente affetto ha dovuto attendere l’intervento… Poi si parla di civiltà e progresso …

    • Ti assicuro che la mia conoscente, ammalata di un tumore al seno e come lei tante altre pazienti che erano affette dalla stessa malattia, non ha aspettato tempi lunghissimi. La ricostruzione, poi non può essere fatta subito. Perché ci sono le terapie chemio e radio. Quindi per l’intervento ci vuole tempo. Se qualcuno, come sembrebbe, ha finto di essere ammalato è pazzo! Bisogna vederla “quella ferita” e posso assicurare che io, quando la mia amica veniva visitata…abbassavo il capo. Come lei tante donne, anche più giovani, gonfie di cortisone. Ferite nel fisico e nel cuore. Perché ricostruisci è vero, ma non sarà mai più il tuo seno….

  2. vedremo lo stato solerte come interverrà nei confronti dei pseudo medici e dei pseudo non malati…una legge giusta…. strappare la laure tin medicina e far pagare alle fuebette tutte le spese come fatte da una clinic.

  3. Stento a crederci…
    Una mia conoscente che ha subito la mastectomia a 54 anni. Dopo la chemioterapia 6 cicli, uno ogni 21 giorni. Dopo un anno è stata operata per ricostruire il seno proprio da uno di questi medici. Che mi è parso competente e molto umano. Scusate, ma non mi sento di giudicare perché in tanti mesi di visite e controlli non ho mai notato niente che destasse sospetti. Purtroppo solo donne, anche giovani, malate di tumore. Ferite nell’anima e nel corpo.

  4. Non solo a Genova purtroppo. Che schifo. Fanno i fenomeni e poi non hanno i soldi. Fatevi tutto quello che volete, ma abbiate la dignità di rispettare chi veramente subisce interventi non voluti, e, pagatevi tutto quello che vi pare ma con i vostri soldi pero!!!!!

  5. No vabbè mi hanno operato loro e io posso garantire di aver visto una professionalità rara ed eccellente. Sono bravissimi e non capisco cosa ci avrebbero guadagnato dal momento che molti di loro hanno lavorato anche in strutture private

  6. Non c’ è limite all’ indecenza… e sono quelli che si lamentano che il nostro paese sta andando in malora. Grazie per il vostro contributo, alla faccia di chi ne avrebbe avuto veramente bisogno.

  7. Chi parla non conosce la loro professionalità e umanità. Rifare un seno cadente che porta disturbi è ben diverso da uno rifatto per estetica. Idem nella riduzione. Portare un seno grosso che incide sulla schiena e portamento che va a peggiorare è una cosa, per estetica è un altra. La storia dei tumori non so da dove viene fuori. Comunque chi ne conosce la professionalità e sa che facevano turni anche in ambulatorio pur potendo visitare e operare altrove, sa che la notizia non è tutta vera. Vediamo come e cosa accadrà e poi roviniamo chirurghi d’eccellenza.

LASCIA UN COMMENTO