Home Politica Politica La Spezia

Finti profughi, veri spacciatori. Pucciarelli a Prefetto: rimpatrio per loro, controlli su onlus e coop

17
CONDIVIDI
Spaccio di droga (foto d'archivio)

LA SPEZIA. 25 LUG. “Finto profugo, vero spacciatore. Accade a La Spezia, ma è così un po’ ovunque in Liguria. Il Prefetto intervenga e lo espella immediatamente. Alle Forze dell’Ordine i miei complimenti più sinceri”.

Il consigliere regionale Stefania Pucciarelli (Lega Nord Liguria) oggi ha commentato così l’arresto di un nigeriano colto in flagrante mentre vendeva droga ad un minorenne nei giardini pubblici di La Spezia.

“Mi sento obbligata – ha aggiunto Pucciarelli – a manifestare forte preoccupazione per un fenomeno, quello dei finti profughi-veri spacciatori, che nella nostra Provincia si è manifestato già da tempo e non accenna a diminuire.


Sono lieta che le Forze dell’Ordine lo abbiano assicurato alla Giustizia, ma temo che purtroppo la legislazione italiana lo rimetterà presto a piede libero, o peggio forse gli darà l’obbligo di dimora, magari presso il centro di accoglienza dove è ospitato a spese degli italiani.

Pertanto, chiedo pubblicamente al Prefetto di intervenire, escludendo subito lo spacciatore dal sistema dell’accoglienza, avviando nel contempo le pratiche necessarie al suo rimpatrio ed i controlli sulla onlus o coop che gestisce il centro per migranti.

Non possiamo tollerare che i nostri territori siano una terra di conquista per i delinquenti di mezzo mondo. Se questi sono i giovani intenzionati a svolgere ‘i lavori che gli italiani non vogliono più fare’ ed ‘a pagarci le pensioni’, ne possiamo anche fare a meno”.

 

17 COMMENTI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here