Festival dell’Eccellenza al Femminile dà il via a Disconnect

0
CONDIVIDI
Disconnect al Festival dell' Eccellenza al Femminile
Disconnect al Festival dell' Eccellenza al Femminile
Disconnect al Festival dell’ Eccellenza al Femminile

GENOVA. 10 APR. Il Festival dell’ Eccellenza al Femminile è sempre stato attivo nella lotta alla violenza e quest’anno dà il via al progetto Disconnect. La scuola e la rete contro la violenza di genere nell’ambito del Fuori Festival 2016. Un percorso che ha l’obbiettivo di coinvolgere in particolar modo studenti e insegnanti nell’ambito della prevenzione al fenomeno e propone una serie di incontri dal 14 marzo ad 17 maggio in cui gli esperti di vari settori affronteranno gli argomenti più svariati, dall’utilizzo consapevole dei social network alla peer education, dalla comunicazione generativa all’individuazione delle trappole insite nella comunicazione in internet, dalla necessità dell’educazione alla bellezza alla definizione di strumenti legislativi a tutela dei giovani. Testimonial d’eccezione è l’attrice e regista Veronica Pivetti.

Sostenuto anche dall’ Assessorato alla Cultura della Regione,  Ilaria Cavo ha detto:”Ben vengano iniziative come Disconnect che coinvolgono ulteriori realtà collaborando di fatto con le istituzioni. Speriamo che le diverse esperienze possano confluire in futuro in eventi comuni.”

Dello stesso parere anche Licia Casali, Segretario Generale Ordine dei Gionalisti della Liguria che ha apprezzato l’iniziativa a cui l’Ordine dei Giornalisti ha aderito volentieri.

 

Si inizia il 14 marzo alle ore 17 (Sala Chierici, Biblioteca Berio) con la tavola rotonda DISCONNECT CONTRO LA VIOLENZA DI GENERE con cui si presenterà il progetto al pubblico e, attraverso i dati statistici sul fenomeno della violenza di genere tra i giovanissimi di Giovanna Badalassi, esperta di statistiche di Genere della rete Wister di Roma, Ilaria Caprioglio descriverà la fenomenologia della violenza nei social e nella pornografia in rete. Con loro ci saranno i giovani peer educatorformati dal SERT di Savona che svolgono attività di recupero di vittime e autori di violenza loro coetanei e Chiara Frino(Avvocato) e Angelo Capizzi (Preside Istituto Bergese Einauidi Casaregis) che cercheranno di definire quali interventi e misure la legge e la polizia postale possono adottare per contrastare la violenza in rete e nella scuola.

Francesca Camponero

LASCIA UN COMMENTO