Home Spettacolo Spettacolo Genova

FESTIVAL DELLA SCIENZA, RUSH FINALE A BIGLIETTO SPECIALE PER CHIUDERE IN BELLEZZA

0
CONDIVIDI

festival-scienza-2013-logoGENOVA 1 NOV. Passata la notte degli zombie e delle streghe, Genova si prepara al week end conclusivo del Festival della Scienza, in questa sua edizione dedicata alla bellezze. Anche nei prossimi giorni non mancheranno spettacoli, dibattiti, laboratori, fra pillole di scienza in tavola, grandi protagonisti di ieri e di oggi e prospettive per la tecnologia di domani.
Per l’occasione, inoltre, sarà disponibile un biglietto speciale al prezzo di 11 euro valido venerdì, sabato e domenica.
La scienza guarda sempre avanti, ma il futuro è spesso incerto: per questo sabato 2 novembre, alle 11.30, Federico Rampini e Salvatore Rossi proveranno a illustrare l’avvenire che intravedono, nel dibattito Chi ha rubato il futuro dei giovani? (a Palazzo Ducale, Sala del Maggior Consiglio).
Ciò che un tempo sembrava impossibile oggi è realtà: con questo stesso spirito il Festival invita a vivere il presente. Sabato 2 novembre Luigi Naldini racconterà la storia di una sfida vinta, grazie alla quale La terapia genica (ore 15 a Palazzo Ducale, Sala del Maggior Consiglio) si è ormai affermata anche in Italia. Ai progressi scientifici che talvolta richiedono mezzi controversi e innescano polemiche, è dedicata la conversazione L’uso degli animali nella ricerca biomedica: perché, come e quando (ore 17, Aula Polivalente San Salvatore), con Roberto Caminiti, Giuliano Grignaschi, Anna Mannucci, Jacopo Meldolesi, Lucia Monaco, Dario Padovan. Subito a seguire, scopriremo le innovazioni dell’ingegneria macromolecolare: nella sua lectio magistralis, Krzysztof Matyjaszewski spiegherà come Addomesticare i radicali per produrre nuovi materiali (ore 18.30, Palazzo Ducale, Sala del Maggior Consiglio). Domenica 3 novembre il viaggio nella storia della scienza si spingerà là dove nessun uomo è mai giunto prima: l’astrofisico Robert Kirshner esporrà ciò che sappiamo e non sappiamo sull’energia oscura, in una Visita guidata ai confini dell’Universo (ore 15,30, Palazzo Ducale, Sala del Maggior Consiglio).
Ma la scienza non riguarda solo mondi sconosciuti, Dna e misteriose molecole: è nella vita di ogni giorno, fin sulla nostra tavola. E allora sabato 2 novembre Dario Bressanini metterà in guardia contro Le bugie nel carrello (ore 17, Biblioteca Berio): pubblicità ingannevoli, pregiudizi e segreti dei nostri cibi preferiti. Che potrebbero presto cambiare con un nuovo tipo di agricoltura: ne parlerà Pamela Ronald nella sua lectio magistralis Il futuro in tavola: la sfida degli OGM sostenibili (Palazzo Ducale, Sala del Maggior Consiglio). Domenica 3 novembre, infine, il pubblico del festival sarà alle prese con una Questione di gusto: grazie a John Prescott scopriremo Perché ci piace quello che mangiamo (ore 15, Palazzo Ducale, Sala del Minor Consiglio).
Per concludere in Bellezza, domenica 3 novembre la vita e le avventure di tre grandi personaggi del passato e di oggi, per rammentare ciò che siamo stati e che potremmo essere di nuovo. Si comincia con Oscar Farinetti, per il ciclo Capitani Coraggiosi: alle 11 a Palazzo Ducale, nella Sala del Maggior Consiglio, illustrerà la sua impresa e proverà a ispirare i giovani insegnando come diventare “speciali” grazie a un modello e a un pizzico di coraggio. In contemporanea, Chiara Ceci e Randal Keynes, pro-pronipote di Darwin, racconteranno la vita di Emma Wegwood Darwin, moglie del teorico dell’evoluzionismo (ore 11 a Palazzo Ducale, Sala del Minor Consiglio): una donna unica, interprete di un’epoca ricca di conquiste ma anche di contraddizioni, alle soglie della modernità. Gran finale alle 17.30: grazie a Claudio Bartocci, Graham Farmelo e Giulio Giorello conosceremo meglio Paul Dirac, l’uomo più strano del mondo (Palazzo Ducale, Sala del Maggior Consiglio). Con l’estrosa bizzarria del genio che ha “inventato” l’antimateria e rivoluzionato la teoria dei quanti, aprendo nuovi orizzonti nella comprensione dell’universo, il Festival della Scienza saluta il suo pubblico e dà appuntamento al 2014.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here