Home Hi-Tech Hi-Tech Genova

FESTIVAL DELLA SCIENZA. LA PRESENZA DELL’ISTITUTO ITALIANO DI TECNOLOGIA

0
CONDIVIDI

festival-scienza-2013IIT istituto italiano tecnologiaGENOVA. 23 OTT. L’IIT, Istituto Italiano di Tecnologia partecipa all’edizione 2013 del Festival della Scienza.

Potranno essere visti da vicino alcuni dei più importanti progetti dell’Istituto Italiano di Tecnologia. Infatti i ricercatori dell’IIT saranno impegnati in diversi talk: dalla bellezza osservabile a livello del nanometro (Alberto Diaspro il 28 e 30 ottobre), alla flessibilità di dita robotiche per le future protesi della mano (Antonio Bicchi il 27 ottobre) e alle molteplici applicazioni del materiale più sottile al mondo, il grafene (Vittorio Pellegrini, il 30 ottobre). Realtà virtuale e musica per il laboratorio Generative Art (dal 26 ottobre al 3 novembre), mentre il robot umanoide iCub protagonista della mostra Tecnologia Antropomorfa a Sestri Ponente (il 26, 27 e 28 ottobre). Interessanti anche le idee di IIT per portare l’innovazione tecnologica nella quotidianità, parteciperanno al “Premio Nazionale dell’Innovazione” e a “Italiax10. Il bello della ricerca” (31 ottobre).

Il 24 ottobre, alle 21, a Palazzo Ducale, Sala del Maggior Consiglio, il responsabile del progetto Grafene di IIT, Vittorio Pellegrini, modererà la lectio magistralis dal titolo “Dalla grafite al grafene. La storia del materiale più sottile al mondo”. Protagonista il premio nobel per la fisica  Kostya Novoselov che ha ricevuto il riconoscimento nel 2010 con  Andrej Gejm per i pionieristici esperimenti sul grafene.


Il 27 ottobre, alle 15, presso l’Aula Polivalente San Salvatore, sarà presentato il progetto della mano robotica SoftHand, sviluppata dal Centro di Ricerca “E.Piaggio” dell’Università di Pisa e dall’Istituto Italiano di Tecnologia di Genova. L’approfondimento dal titolo “Semplice non è facile. Mani umane e robotiche, tra cultura, scienza e tecnologia” sarà a cura di Antonio Bicchi, coordinatore del gruppo di Robotica del Centro di Ricerca “E. Piaggio” e Senior Scientist all’IIT di Genova e Marco Santello, direttore e professore presso l’Università Statale dell’Arizona. La SoftHand è una rivoluzione nel mondo degli arti robotici e un aiuto per lo studio di nuove e migliori protesi in quanto è capace di quasi tutte le prese di una mano umana.

Il 28 ottobre, alle 11, presso l’Aula Polivalente San Salvatore, in Piazza Sarzano, Alberto Diaspro, vice-direttore dell’Istituto Italiano di Tecnologia e direttore del dipartimento IIT di Nanofisica, terrà la Lectio Magistralis “Immagini del nanocosmo. La bellezza del mondo biologico”. Un viaggio attraverso le immagini delle cellule svelate dai nanoscopi ottici.

Il 30 ottobre, alle 15, presso il Palazzo Ducale, Sala del Minor Consiglio, Vittorio Pellegrini, responsabile del progetto Grafene per IIT, insieme a Vincenzo Palermo, coordinatore del progetto Grafene ISOF-CNR, racconteranno la rivoluzione scientifica e industriale del cristallo più sottile del mondo nell’incontro dal titolo “Grafene: benvenuti a Flatlandia”.

Ancora il 30 ottobre, alle 17, presso il Museo di Storia Naturale Giacomo Doria Auditorium, Via Brigata Liguria, 9, Alberto Diaspro, vice-direttore dell’Istituto Italiano di Tecnologia e direttore del dipartimento IIT di Nanofisica esplora la bellezza del mondo invisibile all’occhio umano.
“C’è tanta bellezza là in fondo alla nanoscala. Le nanotecnologie e il senso di meraviglia” è il titolo dell’approfondimento  durante il quale Diaspro verifica se il viaggio alla nanoscala possa accrescere non solo la conoscenza, ma anche il senso di meraviglia, di mistero e di rispetto che si può provare davanti a un fiore.

Il 31 ottobre, al Teatro della Gioventù di Via Macaggi, sarà consegnato il Premio Nazionale per l’Innnovazione 2013. Sono due le start up di IIT che, avendo vinto l’edizione ligure della Smart Cup, concorrono al premio: Dual Cam di Samuele Martelli e ON_IRIS di Diego Ghezzi. Il programma prevede la visita all’esposizione dei progetti dalle 10 alle 13; nel pomeriggio dalle 14:30 alle 18:30, le interviste di Riccardo Luna a imprenditori tra cui Emanuele Guglielmino, ricercatore IIT, vincitore del Premio per  l’Innovazione 2012 con il progetto della microturbina. A seguire elevator pitch dei partecipanti e premiazione. Ingresso gratuito.

Il 31 ottobre alle 18:30, al palazzo Ducale, Sala Minor Consiglio, si svolgerà l’appuntamento genovese di “Italiax10. Il bello della ricerca” che prevede la presentazione delle idee di 10 makers in ambito della ricerca scientifico-tecnologica, selezionati per aver tradotto le loro ricerche in idee concrete che, in qualche modo, rendono la vita più bella’. Tra i makers anche Marco Gaudina, che con la tecnologia Hiris sviluppata e brevettata con IIT, è oggi manager di Circle Garage. L’evento, moderato da Federico Ferrazza, vicedirettore di Wired Italia, sarà trasmesso gratuitamente in streaming live  su italiax10.telecomitalia.com.

Dal 26 ottobre al 3 novembre sarà possibile partecipare al laboratorio “Generative Art. La bellezza generata al computer” a cura dei ricercatoriDario Mazzanti, Victor Zappi (che nei laboratori di IIT ha svolto il suo dottorato di ricerca), e Giacinto Barresi del dipartimento di Advanced Robotics dell’Istituto Italiano di Tecnologia. E’ possibile insegnare ad un computer a creare opere d’arte? Durante il laboratorio, si cercherà di definire cosa significhi “bellezza”, analizzando i comuni canoni che ne determinano la percezione nell’arte visiva e nella musica. In seguito, questi stessi canoni verranno utilizzati per lasciare generare al computer immagini, video e musiche, anche interattivi. Il laboratorio si svolgerà dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 18; sabato, domenica e 1 novembre dalle 10 alle 19 al Palazzo Grimaldi della Meridiana, Salita di San Francesco (da Piazza della Meridiana).

Dal 24 ottobre al 3 novembre, presso Villa Rossi a Sestri Ponente, sarà possibile visitare la mostra Tecnologia Antropomorfa. La robotica e il design della macchina sono due modelli di bellezza tecnologica che verranno messi a confronto. Sarà possibile ammirare i computer storici della Apple e i robot di ultima generazione come il robot umanoide iCub, la piattaforma open source sviluppata dall’Istituto Italiano di Tecnologia. Icub sarà presente alla mostra solo nei giorni 26-27 e 28 ottobre. Gli orari della mostra: 9 – 18 lun – ven; 10 – 19 sab – dom;  1 nov e 25 ottobre 9 – 13.

Dal 23 al 31 ottobre sarà possibile anche visitare, presso la Loggia di Banchi 1, in piazza Banchi, la mostra “Graphene. La scienza che non t’aspetti in punta di matita” organizzata dalla Flagship europea appena lanciata in Svezia e di cui l’Istituto Italiano di Tecnologia è partner. Orari della mostra: 9 – 18 giorni feriali; 10 – 19 sabato e festivi 31 ottobre 9 – 15. Ingresso a pagamento.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here