Home Cultura Cultura Genova

FESTIVAL DELLA SCIENZA. DAL 23 OTTOBRE AL 3 NOVEMBRE SOTTO IL SEGNO DELLA “BELLEZZA”

0
CONDIVIDI

festival-scienza-2013-logoGENOVA. 10 OTT. La bellezza sarà il filo conduttore dell’undicesimo Festival della Scienza, in programma a Genova dal 23 ottobre al 3 novembre 2013. Una bellezza che si diffonde per la città seguendo il consueto approccio e lo storico obiettivo del festival: rendere la scienza accessibile a tutti, appassionando il pubblico di ogni età – dagli studenti agli esperti – grazie alla varietà degli argomenti trattati, all’autorevolezza degli ospiti, alla partecipazione attiva alle iniziative, alla capillare diffusione sul territorio e a un programma che prevede conferenze, laboratori, mostre scientifiche e artistiche, spettacoli, incontri, tavole rotonde, exhibit, concorsi per start up e progetti speciali.

Emblematica la dichiarazione di Marie Curie: “Sono tra coloro che pensano che la scienza abbia una grande bellezza. Uno scienziato, nel suo laboratorio, non è solo un tecnico: è anche un bambino messo di fronte a fenomeni naturali che lo affascinano come una favola”.

Ideato e organizzato dall’Associazione Festival della Scienza, con il sostegno istituzionale di Regione Liguria, CNR – Consiglio Nazionale delle Ricerche, Comune di Genova, Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca, con il sostegno di Compagnia di San Paolo, Fondazione Edoardo Garrone, Fondazione Carige e in partnership con Telecom Italia ed Eni, il Festival si svolge quest’anno in date dall’alto valore simbolico, in cui ricorre l’esatto decennale della manifestazione: sempre dal 23 ottobre al 3 novembre, ma nel 2003, ebbe infatti luogo la prima edizione del Festival della Scienza.


In questi dieci anni il Festival è cresciuto e si è consolidato come punto di riferimento per la divulgazione e la riflessione scientifica. Anche nel 2013 non mancano i grandi ospiti internazionali, protagonisti di conferenze e lectio magistralis: dal premio Nobel per la Fisica Kostya Novoselov a figure di primo piano nelle rispettive discipline (l’etologo Bernd Heinrich, l’antropologa Nina Jablonski). Il Festival si estende da Palazzo Ducale al Porto Antico, fino a raggiungere Sestri Ponente: dopo la collaborazione con il Municipio 2 Centro Ovest avviata lo scorso anno con la programmazione di molti eventi al Centro Civico Buranello, quest’anno è coinvolto il Municipio 6 Medio Ponente con mostre e laboratori a Villa Rossi, splendido palazzo nobiliare al centro di Sestri Ponente, il cui restauro è terminato da poco. Il pubblico del Festival ha così l’occasione non solo di ascoltare ma anche di toccare con mano la scienza e la sua bellezza.

Intesa non come un punto d’arrivo, ma piuttosto come quella “promessa di felicità” che incantò Stendhal: la bellezza come prospettiva di un mondo migliore e come stimolo per raggiungerlo. Per rialzare la testa, tornando a osservare (e cercare) qualcosa di nuovo, eccezionale, straordinario.

Internet: www.festivalscienza.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here