Home Cultura Cultura Genova

Festival della Scienza, 5^ giornata: un ponte tra il passato e il futuro della ricerca

0
CONDIVIDI
Festival della Scienza, 5^ giornata: un ponte tra il passato e il futuro della ricerca

GENOVA. 31 OTT. Oggi, quinta giornata della 14esima edizione del Festival della Scienza, gli incontri partiranno alle ore 15:00 (Galata Museo del Mare) con l’evento dedicato alla donna e scienziata Rita Levi Montalcini, raccontata da Pietro Calissano, presidente dell’European Brain Research Institute (EBRI) e Jacopo Meldolesi, professore dell’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano. La giornata proseguirà con l’incontro Naturale = buono? (Palazzo della Borsa, Sala del Telegrafo, ore 17:00) con Silvano Fuso, dottore di ricerca in Scienze Chimiche e docente di Chimica, e la lectio magistralis L’economia nella mente (Aula Polivalente San Salvatore, ore 17:30) con Paolo Legrenzi, professore emerito di Psicologia presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia, e Armando Massarenti, filosofo e epistemologo.  Il futuro della ricerca sarà protagonista nella seconda parte della giornata con l’incontro L’era delle macchine edonistiche con Paolo Gallina (Palazzo Ducale, Sala Minor Consiglio, ore 18:00), professore associato di Meccanica Applicata alle Macchine dell’Università di Trieste e vincitore del Premio Internazionale Galileo, e con la conferenza Exomars: l’Italia è su Marte (Palazzo Ducale, Sala Maggior Consiglio, ore 18:30).

Storia dei simboli matematici. L’incredibile saga dei numeri. La storia dei numeri e dei simboli matematici accompagna l’uomo da sempre. Joseph Mazur, uno tra i più importanti studiosi e divulgatori della matematica ci conduce in un viaggio di scoperta della materia: dalla fondazione dei numeri su tavolette a scrittura cuneiforme all’invenzione dello zero nell’India arcaica, passando attraverso culture perdute come quelle inca e maya. Nel racconto vi sono anche matematici, filosofi, mercanti e maghi: una folla sterminata contribuisce a un ciclo mitico che ha per protagonisti la somma, la sottrazione, la moltiplicazione, la divisione, l’identità, le radici quadrate, il pi greco e le potenze. L’analisi di Mazur risulta illuminante, carica di intuizioni, e rigore, capace di svelare associazioni e labirinti inconsci con cui viviamo la realtà di ogni giorno. Palazzo Ducale, sala Maggior Consiglio, ore 21:00

I laboratori e le mostre apriranno alle ore 10:00 e chiuderanno alle 19:00.


Ingresso con biglietto Festival acquistabile all’InfoPoint di Loggia Banchi o sul sito www.festivalscienza.it.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here