Fertility day, Rosso (FdI): semplificare adozioni bimbi senza mamma e papà

1
CONDIVIDI
osso-ambulatorio-prelievo midollo osseo
osso-ambulatorio-prelievo midollo osseo
Il presidente della commissione regionale Sanità Matteo Rosso (FdI)

GENOVA. 3 SET. Matteo Rosso, medico e presidente della commissione Sanità in Regione Liguria, oggi ha annunciato di voler promuovere una proposta di legge di iniziativa popolare, da presentare alla Camera, per semplificare le regole su adozioni a favore dei bimbi, ancora senza una mamma e un papà.

«Senza entrare nelle polemiche scatenate dalla campagna mediatica del ministro Lorenzin per la giornata della fertilità, in programma il 22 settembre, ritengo utile che sia al più presto portata all’attenzione del governo la necessità di una nuova e più semplice regolamentazione, soprattutto meno onerosa per le famiglie, in merito alle adozioni. Per questo motivo presenterò nelle prossime settimane una proposta di legge di iniziativa popolare sul tema, con raccolta firme tra i liguri, da sottoporre al vaglio del Parlamento.

In Liguria, l’infertilità colpirebbe, secondo gli esperti del ministero della salute, un numero di persone superiore alla media nazionale. Sicuramente le pratiche di fecondazione assistita possono andare incontro alle purtroppo numerose coppie che non riescono a coronare il proprio sogno di diventare genitori. Tuttavia, ritengo che sia da incentivare anche l’adozione di tanti bambini che si trovano a non avere un papà e una mamma.

 

Sia ben chiaro: incentivare l’adozione non significa censurare le pratiche di fecondazione assistita, ma dare un’alternativa seria a quelle coppie che vogliono mettere su famiglia accogliendo un bambino meno fortunato, magari affetto anche da qualche patologia e per la cui adozione oggi i futuri genitori devono sottoporsi a trafile burocratiche infinite, anche con un notevole dispendio di risorse economiche».

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO