Home Cultura Cultura Genova

FERRAGOSTO PER LOCALI E TURISTI: TUTTI I MUSEI APERTI DOMANI A GENOVA

0
CONDIVIDI

GENOVA 14 AGO. Ferragosto…città ti conosco! Sono tante le aperture straordinarie dei musei genovesi previste per domani, mercoledi 15 agosto, giornata (comunque festiva) “giro di boa” dell’estate.

Vediamo. Saranno aperti i Musei di Strada Nuova, in Via Garibaldi, dalle 10 alle 19, il Museo di Storia Naturale “Giacomo Doria” in Viale Brigate Liguria dalle 10 alle 19, il Museo Etnografico delle Culture del Mondo al Castello D’Albertis in Corso Dogali alto dalle 10 alle 19, il “Mu.Ma”- Galata Museo del Mare in Darsena dalle 10 alle 19:30 (ultimo ingresso alle 18), il Museo-Teatro della Commenda di Prè dalle 10 alle 19, l’Emporio-Museo “Viadelcampo29rosso” dedicato a Frabrizio de Andre e ai cantautori della “scuola genovese” nell’omonima via dei “caruggi” dalle 10:30 alle 12:30 e dalle 14 alle alle 19.

Il personale di “ciceroni” della Galleria Nazionale di Palazzo Spinola gestito dal Mibac offrirà ai visitatori del museo-residenza patrizia alcuni approfondimenti dedicati alle opere di Luca Giordano presenti nel percorso espositivo con particolare riferimento al bozzetto raffigurante la “Presentazione della Vergine al Tempio”, donato alla Galleria nel 2010, e a “La Giustizia” di Giovanni Pisano, scultura marmorea proveniente dal monumento funebre di Margherita di Brabante e sottoposta recentemente a un intervento di restauro che ha permesso di riscoprirne l’eccellente qualità esecutiva.


Prendendo spunto da tale opera realizzata dal più importante scultore “gotico” italiano del primo Trecento per il monumento funebre dell’imperatrice Margherita di Brabante (parte del quale è custodito presso il Museo di Arte Medioevale di “Sant’Agostino in Sarzano”, il percorso di approfondimento illustrerà in particolare la tormentata storia della tomba dell’amata consorte dell’Imperatore Enrico VII° di Lussemburgo, edificata originariamente tra il 1307 e il 1310 nella chiesa ormai scomparsa di San Francesco di Castelletto, tra dispersioni, ritrovamenti archeologici e nuove recenti scoperte e studi.

Naturalmente aperto l’Acquario di Genova al Porto Antico-Area Expò, presumibilmente preso d’assalto dai turisti come prima attrazione per numero di visitatori della città. Grande attesa per vedere il piccolo pinguino di Magellano, ultimo nato all’Acquario il 18 giugno scorso nella vasca oceanica subantartica (occasione anche per stare un po’ al fresco…). Il volatile antartico è il quinto cucciolo nato in cattività all’Acquario dal 1992 ma per sapere sesso e nome di battesimo il pubblico dovrà attendere ancora qualche mese, fino all’esame del Dna che verrà effettuato dai biologi marini della struttura sulle piume del pinguino solo quando il cucciolo entrerà nella fase della prima muta.

L’uovo fu deposto il 6 maggio scorso, 52 giorni dopo ci fu la schiusa dopo essere stato covato alternativamente dai due genitori che già hanno dato alla luce tre esemplari di nome Diana, Freezy e Frost, nati rispettivamente nella vasca subantartica nel 2008, nel 2010 e nel 2011.

Marcello Di Meglio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here