Fermati al Colombo, iraniani patteggiano condanna per falso

1
CONDIVIDI
Sequestro per inglese che non dichiara 100.000 euro in aeroporto
Allarme terrorismo, la polizia ha intensificato i controlli negli aeroporti
Allarme terrorismo, la polizia ha intensificato i controlli negli aeroporti

GENOVA. 5 MAG. Karim e Shahad El Kunani, fratello e sorella di presunta nazionalità iraniana, arrestati il 31 dicembre scorso al Colombo mentre tentavano di imbarcarsi con falsi documenti belgi su un volo per Londra, oggi anno patteggiato una condanna a un anno e quattro mesi.

Secondo i magistrati genovesi, hanno mentito agli inquirenti.

I due presunti iraniani restano rinchiusi in carcere. Secondo gli investigatori, in un primo momento avevano dichiarato di essere profughi siriani che volevano raggiungere dei parenti a Londra, ma erano stati sospettati di appartenere a una organizzazione terroristica islamica.

 

Tuttavia, nel corso delle delle indagini coordinate dal pm Pier Carlo Di Gennaro, non erano emersi elementi utili a sostenere tale accusa e pertanto era scattata solo l’ipotesi di reato per il possesso dei falsi documenti d’identità.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO