Fegino, scoppia tubatura Iplom: rischio disastro ecologico

27
CONDIVIDI
sommozzatori-vigili-del-fuoco
sommozzatori-vigili-del-fuoco
Marea nera rischia di finire in mare: intervento dei vigili del fuoco alla foce del Polcevera

GENOVA. 17 APR. Scoppio di una tubatura della Iplom a Fegino poco prima delle 20 di oggi. Si tratta di una grossa perdita di petrolio, che rischia di finire in mare e causare un disastro ecologico.

“C’è una forte puzza e la popolazione della zona respira male – spiega Angelo Spanò, coordinatore metropolitano dei Verdi e abitante a Coronata – ci sono forti miasmi pure in casa mia. Ciò vuol dire che il petrolio dal rio Pianego è già arrivato quasi alla foce del Polcevera. I vigili del fuoco stanno posizionando le panne per contenere la marea nera”.

Oltre a cinque squadre dei pompieri, sul posto stanno operando i tecnici della Iplom e del Comune. Presenti anche pattuglie dei carabinieri, polizia, vigili urbani e l’ambulanza del 118.

 

Al momento, viene esclusa l’ipotesi dolosa: si sarebbe trattato di un incidente.

27 COMMENTI

  1. Sono anni che segnaliamo alle autorità e agli amministratori la pericolosità di questo impianto, impianto che sorge in un popoloso quartiere. Avevamo chiesto che la zona venisse sottoposta a RIR (rischio incidente rilevante), però tutti non hanno voluto recepire questa richiesta. Concordo con i commenti ch emi hanno preceduto. Grazie a tutti !

LASCIA UN COMMENTO