Fatta brillare in una cava la granata d’artiglieria trovata a Bordighera

0
CONDIVIDI
La granata d’artiglieria da 100 mm rinvenuta durante i lavori a Bordighera
La granata d’artiglieria da 100 mm rinvenuta durante i lavori a Bordighera
La granata d’artiglieria da 100 mm rinvenuta durante i lavori a Bordighera

IMPERIA. 9 GIU. La granata d’artiglieria da 100 mm rinvenuta ieri sul lungomare della cittadina ligure è stata neutralizzata oggi dagli artificieri dell’Esercito.

L’ordigno, un residuato risalente alla seconda guerra mondiale, era stato rinvenuto durante dei lavori stradali ed è stato messo in sicurezza sul posto.

Trasportato in località Bergamasca, nel territorio comunale di Ventimiglia, e stato fatto brillare presso la vicina cava Bevera,.

 

L’intervento è stato condotto dagli specialisti del 32° reggimento guastatori della Brigata Alpina Taurinense, uno dei dodici reggimenti dell’Esercito in grado di intervenire per la bonifica degli ordigni esplosivi e dei residuati bellici.

Dall’inizio del 2016, l’Esercito ha condotto in Liguria 25 interventi, rimuovendo 231 ordigni.

Gli specialisti del 32° reggimento genio guastatori di Torino, così come gli altri operatori dell’Esercito, sono organizzati in team di pronto intervento denominati  “EOD”, sigla inglese che sta per Explosive Ordnance Disposal, cioè bonifica di ordigni esplosivi.

Il 32° reggimento genio guastatori costituisce la risorsa dedicata alla mobilità, contro mobilità, schieramento e supporto al combattimento della Brigata alpina Taurinense; interviene in attività a supporto della popolazione in caso di calamità naturali ed è una delle unità dall’Arma del genio che hanno l’incarico di bonificare il territorio nazionale dai numerosi residuati bellici ancora esistenti e pericolosi.

Si tratta di un’attività particolarmente delicata pianificata dal Comando Forze di Difesa Interregionale Nord di Padova, di concerto con le competenti prefetture.

LASCIA UN COMMENTO