Home Spettacolo Spettacolo Genova

IL FALSTAFF ALL’ OPERA GIOCOSA

1
CONDIVIDI
falsatff prove

falsatff proveIIAtto_AliceFord_E-BurattoGENOVA. 29 OTT. Chiude la stagione lirica autunnale dell’Opera Giocosa l’ultima, straordinaria opera di Giuseppe Verdi , Falstaff, che vain scena al Teatro Chiabrera di Savona domenica 9 novembre alle ore 15.15.

“Tutto nel mondo è burla” canta il protagonista a chiusura dell’opera. Perché è proprio l’umorismo il motore che muove Falstaff, il capolavoro, che ci lascia con un palmo di naso: abituati a  dilanianti sofferenze, privazioni, delitti d’amore e indomite passioni.

Verdi infatti  sigilla la sua brillante carriera artistica con il lieto fine. Siamo nel 1893 – il compositore ha ottant’anni – e questa è la prima opera buffa di Verdi. (Eccezion fatta per il lavoro giovanile e poco riuscito Un giorno di regno del 1840). Un opera prima e unica per l’argomento comico e per lo spirito che la anima. Lo spettacolo degli affanni umani, le corse, i travestimenti, le “scornate” e le “corna”, tutto visto dall’alto, osservato con disincanto, senza partecipazione. Insomma, Verdi in questo suo lavoro sembra l’abile marionettista che manovra i suoi pupazzi, ridendo e divertendosi; con tenerezza, magari, e con una bonarietà tutta nuova. Falstaff è tratto da Shakespeare, dalla prima e seconda parte dell’ Enrico IV e da Le allegre comari di Windsor; Sir John Falstaff (che compare nell’Enrico IV e pure nell’ Enrico V) è un personaggio da “chronicle play”, che vive indipendente dalla commedia o tragedia d’origine, ma raggiunge un suo spessore particolare proprio nella versione operistica, grazie a Verdi, certo, ma anche e soprattutto grazie ad Arrigo Boito, il librettista.


Lo spettacolo a Savona è coproduzione Ravenna Festival, Teatro Alighieri Ravenna, Teatro del Giglio Lucca, Fondazione Teatri di Piacenza, Teatro dell’Opera Giocosa di Savona, Fondazione Teatro Comunale di Ferrara. Il cast è costituito da: Kiril Manolov (Sir John Falstaff), Francesco Landolfi (Ford), Alessandro Scotto Di Luzio (Fenton), Giorgio Trucco (Dr. Cajus), Matteo Falcier (Bardolfo), Graziano Dalla Valle (Pistola), Eleonora Buratto (Mrs Alice Ford), Damiana Mizzi (Nannetta), Isabel De Paoli (Mrs Quickly), Anna Malavasi (Mrs Meg Page), Ivano Merlo (L’Oste della Giarrettiera), Michael D’Adamio (Robin, il Paggio di Falstaff) . Regia e scene di Cristina Mazzavillani Muti. Sul podio, Nicola Paszkowsky dirige l’Orchestra Giovanile Luigi Cherubini. Coro del Teatro Municipale di Piacenza diretto da Corrado Casati. Francesca Camponero

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here