Falce e carrello: difendere i piccoli contro i colossi

0
CONDIVIDI
Il consigliere regionale M5S Marco De Ferrari
Marco de Ferrari
Marco de Ferrari

GENOVA. 13 GEN. C’è chi difende gli interessi degli uni, chi gli interessi degli altri, ma il copione è sempre lo stesso: salvaguardare i colossi della grande distribuzione, a tutto danno di piccole medie imprese e piccoli commercianti.

Lo sostiene il M5S in Regione con il consigliere Marco De Ferrari, che oggi si è inserito nella disputa fra Pd e la giunta Toti: “Quando si toccano gli interessi della casta, il Nazareno al pesto è vivo e lotta insieme a noi. Basta, però, che si passi agli interessi commerciali (i loro) ed ecco che centrodestra e centrosinistra affilano i coltelli, per tutelare amici, sponsor, alleati privati. È accaduto anche oggi, in commissione regionale, dove si discuteva degli emendamenti proposti dall’assessore Rixi (Lega Nord) al Testo unico sul commercio del 2007. In questo modo la Giunta Toti accentrerebbe sulla Regione il potere di dare l’autorizzazione all’insediamento di un ipermercato o un centro commerciale, scavalcando, di fatto, i comuni, a cui fino ad oggi spettava l’ultima parola. E subito il Pd ha tuonato: “Regalino ad Esselunga”. Che a Genova da anni attende invano di investire, stoppato da Burlando & C., garantendo così, di fatto, un vero e proprio regime di monopolio (con prezzi fuori mercato) agli amici delle Coop, braccio economico e affaristico, nonché bacino di voti e poltrone per il Pd. E però, mentre centrodestra e centrosinistra mettono bandierine nella grande distribuzione con aiutini e dispetti ad hoc, cosa si sta facendo a difesa della piccola impresa schiacciata dalla crisi e dalla concorrenza delle catene e dei centri commerciali? Noi vogliamo incentivare e tutelare i piccoli commercianti, in una logica di chilometro zero”.

LASCIA UN COMMENTO